MINUBE
Continua sull'app
Apri
Dove vuoi andare?
Ti piace Chandigarh?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Chandigarh

16 Collaboratori

8 cose da fare a Chandigarh

Di interesse culturale di Chandigarh
Chandigarh: Le Corbusier in India
(1)
La storia di Chandigarh è affascinante: quando lo stato del Punjab rimase privo di capitale (nella dolorosa 'Grande Partition' opera degli inglesi prima di lasciare l'India, Lahore, ex città-capitale rimase nel lato pakistano), il presidente Nehru assunse l'architetto Le Corbusier per la progettazione di una nuova capitale moderna per Punjab e Haryana. Con solo mezzo secolo di vita, costruita in cemento, con ampi viali, quartieri ben definiti, un'imponente complesso governativo, aree dalle case spettacolari e viali alberati, Chandigarh rompe lo schema a labirinto e caotico delle altre città indiane. Visitare questa grande opera urbana sorprende molto: oltre a rompere coraggiosamente i canoni architettonici indiani, Chandigarh è un esempio di come una città cambia i suoi abitanti. Qui i semafori sono rispettati, non si getta immondizia per strada, c'è meno traffico e si suona meno il clacson.
Musei di Chandigarh
Casa-museo di Le Corbusier a Chandigarh
(1)
Gli appassionati di architettura e dell'arte non possono lasciare Chandigarh senza aver visitato la casa-studio dove visse Le Corbusier nelle stagioni trascorse in città. Molto semplice, con pavimenti di mattoni e soffitti di znco, a casa, recentmente adattata a museo, espone i disegni orignali, le foto dell'epoca, lavori o oggetti disegnati da Le Cobusier. La casa-museo è perfetta per entrare all'interno dell'opera del gran maestro, prima di visitare le strutture governative.
Vie di Chandigarh
The avenues of Chandigarh
(1)
Al raggiungimento Chandigarh un controlla se funziona. che le speculazioni sono risolte e che la città scorre dolcemente come se il resto dell'India non esisteva. Penso che la sorpresa è garantito. Chandigarh è parte di un piano a carbone personificato in strutture e balconi in cemento, grandi finestre che danno su grandi viali. I Grandi viali. Loro come testate risolvono la necessità di una città di scorre, di avere il tempo e spazio. Di che ci sia l'aria. Da quel caos contaminare ogni cellula vicina. I loro blocchi sono proiettati come lunghi tratti a matita fatti senza regola, amorfo e il corpo umano, lasciandoci vagare con rispetto e ammirazione.
Di interesse culturale di Chandigarh
Diwali Festival in Chandigarh
Il Diwali Festival si celebra a metà ottobre in diverse regioni dell'India e somiglia molto al nostro Natale. Durante la celebrazione, alla quale aderiscono indù, buddisti, musulmani e sikh, le persone mangiano dolcetti, decorano le loro case, si vestono con abiti nuovi, e soprattutto, spendono un sacco di soldi (se ne hanno) per i regali. I giorni precedenti alla festa sono caotici e allegri. Durante il mio viaggio in India ho assistito ai preparativi in ​​più di una città. Ma il giorno prima e il giorno esatto li ho trascorsi a Chandigarh, una delle più ricche città indiane. L'esperienza fu indimenticabile. Le strade erano affollate di venditori ambulanti che offrivano di tutto dagli ornamenti all' abbigliamento, dalle scarpe ai giocattoli fino a deliziosi pasticcini. Nei negozi di auto e moto, i venditori non ce la facevano, così come nei negozi di articoli per la casa. Partecipare al Diwali Festival è senza dubbio un'esperienza incredibile, ma non va dimenticato che quel giorno tutto si ferma, come fosse una festa nazionale: non ci sono autobus, quindi se avete intenzione di viaggiare dovrete cercare (con molta fortuna) un taxi da condividere.
Di interesse culturale di Chandigarh
(2)
Di interesse culturale di Chandigarh
Le Corbusier en India: El Secretariat, el Parlamento y el Palacio de Justicia
Le Corbusier progettò la città di Chandigarh completamente. Divisa in settori quadrati e numerati, la città ruota attorno ad ampi viali, rotonde e passeggiate verdi. Sicuramente il complesso governativo-costituito dalla Segreteria, il Parlamento e il Palazzo di Giustizia, è dove la genialità di Le Corbusier raggiunge il suo picco massimo. Anche se è abbastanza noioso per chiedere il permesso di visitarlo (viene rilasciato gratuitamente un presso dall'Ufficio del Turismo che si trova presso il terminal degli autobus), ed è visitabile solo accompagnati da guardie, i tre edifici sono affascinanti. Controlli e più controlli da parte del Segretariato, contratti di lavoro, solo si ha l'accesso gratuito alla spettacolare terrazza dove oggi giorno ci sono i soldati accampati (Le Corbusier sarebbe morto se lo avesse visto: ci sono abiti appesi, un piccolo giardino e una tendone montato). Da lì si vede il Parlamento, il Palazzo di Giustizia e la Open Hand, la scultura-simbolo che Le Corbusier ha creato per la città. L'accesso al Parlamento è un'avventura. Sotto l'insieme delle colonne della sala d'ingresso, dorme sul pavimento una guardia. Un altro mi accompagna alla grande sala dove il Parlamento si riunisce solo due volte l'anno. Sul posto, purtroppo, è vietato scattare qualsiasi foto. Un peccato, perché sia ​​la sala che i divani, sedie, lampade e altri oggetti con cui è arredato, sono una meraviglia di colori e design. Centinaia di avvocati (vestiti con una specie di mantello nero e cravatta) pullulano nel palazzo di giustizia, un edificio diviso in più spazi da grandi pareti con forme geometriche dipinte con colori vivaci. L'opera di Le Corbusier è sorprendente. Ed è affascinante osservare il comportamento dei magistrati e dei dipendenti indiani terribilmente disordinati e obsoleti contrastando con così tanta modernità che li circonda senza che loro se ne rendano conto.
Cinema di Chandigarh
Giardini di Chandigarh
(2)