MINUBE
Continua sull'app
Apri
Dove vuoi andare?
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Cabras

39 Collaboratori

14 cose da fare a Cabras

Spiagge di Cabras
Spiaggia di Is Aruttas
(10)
Chilometri e chilometri di bianco abbagliante e un mare blu che più blu non si può. I colori di questo spiaggia richiedono molti aggettivi e buoni occhiali da sole. Is Arutas, anche conosciuta come la spiaggia dei chicchi di riso, che poi non sono altro che piccoli granelli di quarzo, lascia abbacinati per tanto splendore. Allo splendore aggiungete il fatto che questo angolo di costa sarda è ancora abbastanza spartano e non (ancora) preso d'assalto dal turismo selvaggio. Vale perciò inserire una giornata alla spiaggia di riso/quarzo in un tour della Sardegna occidentale. Alla spiaggia di Is Arutas si arriva comodamente in auto, auto che si può lasciare nel parcheggio alle sue spalle. Alcuni semplici chioschi baretti garantiscono il pranzo. In zona poi non perdetevi una visita alle rovine di Tharros e se volete poi scoprire che in Sadegna non c'è solo il mare, fate base per la notte a Santu Lussurgiu, paesino incantevole con molte meraviglie gastronomiche, non distante dalla bianca spiaggia.
Rovine di Cabras
Tharros
(4)
Tra gli itinerari imperdibili per un viaggiatore alla scoperta della Sardegna non si può fare a meno di inserire la penisola del Sinis. Quest'area racchiude infatti in un territorio relativamente limitato, una biodiversità senza pari nell'isola, includendo tra i suoi paesaggi spiagge, falesie, stagni e zone palustri. Questo tesoro naturalistico situato nella costa occidentale dell'isola a pochi chilometri dalla città di Oristano, ospita uno dei più suggestivi siti archeologici sardi, l'antica città di Tharros. Non mi soffermerò sui dettagli storico artistici in quanto queste informazioni possono essere facilmente reperite nei numerosi siti internet dedicati. L'antica Tharros si trova nell'estremità meridionale della penisola, nel territorio di San Giovanni di Sinis, incastonata tra il golfo di Oristano ad est, la torre di San Giovanni a nord e il promontorio di Capo San Marco a sud. La città fu fondata nel VIII a.C. dai Fenici ma di questo antico abitato sono rimaste solo poche tracce tra cui il tophet, ovvero il santuario funerario. Quelli che si possono ammirare oggi sono infatti prevalentemente i resti della monumentalizzazione punica dell'abitato originario e sopratutto i resti della città romana sviluppatasi tra il II e il IV secolo d.C. Tutto l'itinerario di visita presenta il fascino dell'antico rudere, ma certamente le strutture più rilevanti sono il cartaginese tempio delle semicolonne doriche, il Castellum acquae, le due aree termali, il cardo maximus, e l'anfiteatro. A rendere il tutto ancor più suggestivo è però la sua posizione, considerata (non erroneamente) strategica dai suoi fondatori e impressionante da chiunque la visiti per la prima volta. Il sito si trova infatti immerso nella macchia mediterranea e affacciato sullo splendido mare di Sardegna, con due spiagge libere disponibili per un bagno post archeologico (perché non si vide di sola cultura no!?!) ! Nonostante la viabilità in Sardegna a volte rappresenta un grande ostacolo per il turista, Tharros rappresenta un eccezione. Raggiungere il sito non potrebbe essere più semplice; dalla città di Cabras percorrere per circa 12 km la SP 6 in direzione San Giovanni di Sinis. Data la sua posizione, non si può sbagliare!
Isole di Cabras
Penisola del Sinis - Isola di Mal di Ventre
(2)
Il nome non è proprio attraente: deriverebbe dalla sensazione di nausea (ed effetti correlati..) provocati dal mare, spesso particolarmente agitato in questo tratto o (più probabilmente) dalla deformazione di "Malu entu", cioè vento cattivo, il maestrale che spesso soffia violentemente, provocando onde alte diversi metri e isolando il sito anche per diversi giorni. Ciò detto, non fatevi intimorire: è veramente una meta da non perdere, sia per la balneazione (è un'acqua dalle trasparenze che ho visto raramente, e noi sardi siamo molto esigenti!) che per la piacevole passeggiata in un'isola abitata solo da uccelli di varie specie e conigli selvatici. Interessanti anche le fioriture. Se ne percorrerete il profilo costiero seguendo tracce di sentiero, rimarrete sorpresi dalla variabilità dei paesaggi. Potete raggiungerla con battelli e gommoni che partono da alcune spiagge della costa antistante.
Musei di Cabras
Giganti Di Monte Prama
Correva l'anno 1974, quando un contadino di Cabras (Monte Prama) notò qualcosa sotto il suo aratro... per la prima volta dopo secoli i Giganti hanno visto la luce. Dopo aver ritrovato tutte le parti (le membra erano infatti separate), sono stati portati al Museo Archeologico Nazionale di Cagliari dove rimasero senza essere esposti per oltre 30 anni. Le proteste di varie associazioni hanno reso possibile il riconoscimento che meritano e, dal 2011, sono in mostra permanente ("La pietra e gli eroi") a Sassari. Se vi interessa l'archeologia o semplicemente volete assaporare un po' di cultura, varrà la pena visitare questa mostra e conoscere da vicino la storia di queste sculture.
Feste di Cabras
Corsa degli Scalzi
La Corsa degli Scalzi è un evento che ogni anno invade le strade di Cabras. Il primo weekend di settembre i giovani di questa località indossano una tunica bianca e corrono senza scarpe lungo 7 chilometri per arrivare alla chiesa di San Salvatore. La domenica tornano a fare lo stesso cammino, però nell'altro senso. L'origine di questa tradizione risale ai tempi dei pirati saraceni che sbarcavano in Sardegna per ottenere grandi bottini. Una di queste volte accadde che sbarcarono a Cabras, però i suoi abitanti corsero a proteggere l'immagine della Madonna presente nella loro chiesa; questa grande corsa provocò tanta polvere che i pirati pensarono che c'era un esercito che li attendeva e tornarono alle proprie navi.
Chiese di Cabras
Chiesa di San Giovanni in Sinis
Poco prima di raggiungere il sito archeologico di Tharros, è d'obbligo una tappa a questa chiesa d'origine bizantina, che risale all'anno 470! E' stata restaurata nel X secolo dai monaci marsigliesi che furono anche a Villaspeciosa. Si può ammirare la volta a botte, i muri rustici di grosse pietre che talvolta all'interno diventano muschio. Una chiesa molto semplice che richiama al raccoglimento spirituale. Non lontano da qui, arrivando da Cabras, non si può perdere assolutamente San Salvatore di Sinis, una chiesa all'interno di un tipico antico villaggio di pescatori: chiesa ipogea nella profondità sotterranea!
Laghi di Cabras
Stagno di Cabras
Lo stagno di Cabras, situato in Provincia di Oristano, è il più grande stagno d'acqua dolce della Sardegna. E' caratterizzato dalla presenza di numerossime specie di uccelli quali fenicotteri, cormorani, poiane, martin pescatori, gabbiani reali, falchi pescatori, aironi, solo per elencarne alcuni. Situato vicino all'omonimo comune di Cabras, è anche meta ambita per la pesca di muggini e non a caso, il prodotto tipico della zona è la bottarga (uova di muggine essicate e salate). Per arrivare in questa zona, bisogna seguire le indicazioni per Oristano e successivamente per Torregrande. Il bivio per Cabras si trova a circa quattro chilometri di distanza dalla deviazione per Torregrande.
Spiagge di Cabras
Is arutas cabras oristano
(1)
Mare cristallino, sabbia bianchissima, non siamo ai caraibi , ma in sardegna, is aruts cabras oristano posto incanevole ti catturerà nella sua unicità vivila intensamente
Musei di Cabras
Museo Civico di Cabras, Giganti di Mont'e Prama
Pugili, guerrieri e arcieri che si svelano in tutta la loro imponenza dopo lunghi anni di immane lavoro di restauro. Queste sculture nuragiche sono state trovate infatti in frammenti, quasi 5200, in località Mont'e Prama (Cabras) da un coltivatore, Sisinnio Poddi che li rinvenne per caso nel 1974 durante la semina del terreno. I frammenti sono stati custoditi nel magazzino del Museo archeologico nazionale di Cagliari per quarant'anni, e solo nel 2005 con il finanziamento da parte del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Regione Sardegna, le statue sono state ricomposte nel centro di Li Punti a Sassari. Le statue chiamate Kolossoi dall'archeologo Giovanni Lilliu, sono datate tra l'VIII secolo aC e il X sec. aC, potrebbero essere quindi tra le più antiche del bacino del Mediterraneo. La loro altezza è di 2 metri-2 metri e mezzo, e sono 28 in tutto. La maggior parte si trova in mostra a Cagliari, ma la visita a quelle presenti a Cabras è comunque emozionante. Non deludono certo le aspettative queste statue così particolari e dall'aspetto ipnotico per la forma tonda dei loro occhi! Le guide sono ben preparate, il biglietto costa 5 euro, e si può eventualmente fare un biglietto comprensivo per vedere lo stesso giorno anche il sito archeologico di Tharros, sempre a Cabras. Consiglio decisamente una visita!
Di interesse turistico di Cabras
Riberas, Cabras
Sulla piazza affacciata sullo stagno e il Rio Tanui, fa capolino una mostra permanente di bellissime foto risalenti al 1960, di Jackob Schweizer, che fanno parte del progetto Riberas (le rive in sardo), per la riqualificazione delle aree urbane ai margini dello stagno. Le immagini mostrano scene di vita quotidiana, il lavoro dei pescatori e l'alluvione del 1960. Molto interessante.
Piazze di Cabras
Piazza Stagno
Cabras è un piccolo comune dell'Oristanese che si trova sulla riva sinistra dello stagno omonimo. La sua bellissima piazza si affaccia direttamente sullo stagno ed è sormontata da due torri, adiacenti alla chiesa di Santa Maria Assunta; sono depositi dell'ex acquedotto che, recentemente ristrutturati, sono diventati una Galleria multimediale dedicata alla Corsa degli Scalzi di San Salvatore, manifestazione religiosa che per tradizione si festeggia a Settembre. Merita un aperitivo in piazza gustando il tramonto sullo stagno!
Chiese di Cabras
Comuni di Cabras
Spiagge di Cabras
Attività a Cabras
GetYourGuide
(33)
49,08
GetYourGuide
(2)
24,54
GetYourGuide
(6)
49,99
GetYourGuide
(7)
47,27
GetYourGuide
(2)
35,45
GetYourGuide
(1)
49,99
GetYourGuide
(2)
69,08
GetYourGuide
(1)
36,47
GetYourGuide
(4)
45,45
GetYourGuide
(1)
31,82
GetYourGuide
(5)
45,45
GetYourGuide
(14)
54,54
GetYourGuide
(1)
26,23
GetYourGuide
108,16
GetYourGuide
62,72
GetYourGuide
(1)
118,16
GetYourGuide
133,61
GetYourGuide
109,07
GetYourGuide
109,07
GetYourGuide
72,72