Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Ti piace Aix-en-Provence?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Aix-en-Provence

266 Collaboratori

133 cose da fare a Aix-en-Provence

Riserve Naturali di Aix-en-Provence
Presa de Bimont - Diga di Bimont
(3)
La diga di Bimont è stata costruita come riserva di acqua potabile per la regione di Marsiglia e Aix en Provence in caso di siccità e anche per spegnere incendi nella regione che in estate è molto secca . Il posto è vicino alla montagna Sainte Victoire, e ci si arriva con un pulmino che parte dal centro di Aix en Provence, di fronte all'ufficio turistico. La diga è facilmente raggiungibile a piedi, il pullman ti lascia a 3 minuti a piedi dall'ingresso del luogo, e ti permette di vedere un po' la Provenza fuori dalle città senza molte complicazioni se non si dispone di mezzi di trasporto. Informati prima di salire sul bus sugli orari di ritorno perché il servizio finisce presto. Si può pescare ma non fare il bagno visto che è acqua potabile e potrebbe arrivare al rubinetto di qualcuno! E' abbastanza controllato e si può essere multati se si fa il bagno. In ogni caso, l'acqua è piuttosto fredda. Molte persone ci passano il fine settimana perché la natura circostante è molto bella ed è il punto di partenza per numerose escursioni alla montagna Sainte Victoire e ai borghi più belli della Provenza.
Vie di Aix-en-Provence
Corso Mirabeu
(5)
Il Corso Mirabeau è la strada più prestigiosa di Aix-en-Provence. Fu costruito nel 1649 sul luogo dove sorgevano le mura medievali della città. È conosciuto per le sue quattro fontane e gli alberi che in estate offrono freschezza al luogo, in una regione tradizionalmente molto calda. È posto adatto per una passeggiata e, in provenzale, era conosciuto come "Via delle Carrozze", alla stregua dei corsi italiani, luogo dove la nobiltà dell'epoca si faceva vedere. Il massimo era avere una residenza sul corso stesso. Per un tempo barriere e steccati impedirono l'ingresso agli animali; i negozi ed i caffè di moda risalgono al XIX secolo, epoca in cui i migliori artisti della regione venivano qui a prendere un caffè e conversare. Cezanne e Picasso sono alcuni degli artisti che frequentavano questa via. È uno dei simboli della città ed è stato rinnovato da poco e trasformato in zona pedonale.
Trekking di Aix-en-Provence
Il Monte Sainte Victoire sulle Alpi
(4)
Il percorso inizia alla diga Bimont, a mezz'ora in autobus da Aix en Provence. La gente fa volentieri l'autostop, ma non non passano molte macchine. La strada raggiunge la cima della collina di Sainte Victoire, descritta dal famoso scrittore francese Marcel Pagnol nei racconti della sua infanzia. In alto c'è un rifugio dove si può dormire, senza nessun servizio: vi dovete portare tutto, acqua, sacchi a pelo e quello che serve per accendere un fuoco, perché fa freddo! Dato che il rifugio è gratuito, a volte non c'è spazio. La vista sulle colline della Provenza è meravigliosa e il clima è piacevole da marzo a ottobre.
Monumenti Storici di Aix-en-Provence
Fontana delle 9 canne a Aix-en-Provence
(3)
La fontana delle 9 canne si trova in Corso Mirabeau, la strada più prestigiosa della città. Questa era l'antica strada che portava da Arles all'Italia e passava accanto alle mura di Aix-en-Provence. Nel XII secolo c'era una piccola fontana per il bestaime che passava di qui diretto alle Alpi. Costruita nel 1691, questa fontana per molto tempo servì per abbeverare gli animali (lo si capisce dalla presenza di un livello più basso e tagliato su misura per gli animali). Con l'estensione della strada vennero tagliati due dei bracci della fontana per permette il passaggio delle autovetture. La fontana emette acqua da 9 bocche, disposte su due file, ed è alimentata dalla città.
Monumenti Storici di Aix-en-Provence
Fontana della Rotonda
(4)
Questa fontana si trova alla fine del Cours Mirabeau, il viale più famoso di Aix en Provence. In una regione, la Provenza, dove l'acqua non è abbondante, le fontane in stile monumentale non erano molto numerose. Erano molto più comuni nelle grandi città nel XIX secolo. La fontana segna il confine tra il centro storico e la zona più moderna. È una misto di marmo, pietra e cemento, misura 12 metri di altezza e 32 metri di diametro. Opera di quattro artisti diversi, sul progetto iniziale di Curet Antoine, è stata realizzata nel 1860 in stile Secondo Impero. Il piedistallo con i delfini è di Michel. Più in alto, si trova l'allegoria della Giustizia, orientata verso il Cours Mirabeau, quella delle Belle Arti, in direzione Avignone, e quella dell'Agricoltura, in direzione Marsiglia: le tre statue sono opere di artisti della stessa città d'Aix. Inolotre, ci sono dodici leoni ed alcuni putti che giocano su delle anatre. Prima, la fontana veniva riempita di notte, ora usano un sistema di riciclaggio per risparmiare acqua.
Mercati di Aix-en-Provence
Mercato di Aix en Provence
(7)
Aix en Provence è una città molto bella, studentesca e animata, con un incomparabile tocco provenzale. Il suo mercato viene fatto due volte la settimana, anche se sempre ci sono venditori di frutta, verdura nel palazzo giudiziale e si vendono prodotti di artigianato e delizie regionale nel corso Mirabeau. Nel mercato potrai provare il miele di lavanda, salcicce molto dure di chinghiale e di maiale e le deliziose Calissons, alcuni dolci a base di mandorla in polvere. Nella regione di Aix inoltre si fa l'olio di oliva, nella vicina Grasse si producono porfumi. Una marca tradizionale è Fragonnard. Nel mercato si trova artigianato provenzale, oggetti fatti in legno d'olivo, o coperte con la stoffa famosa a nido d'ape che si ritrova poi in tutte i tovaglioli e cose di casa. Una marca tipica è Souleiado. Lo stesso motivo a nido d'ape si trova nei coltelli di Laguiole, altra marca del Sud della Francia, che adesso espanse la sua offerta a forchette e utensili di cucina. All'uscita del mercato, con le braccia piene di pomodori e pesche succose, non perderti la migliore tradizione del sud: l'aperitivo. L'apertivo, che in Provence vuol dire un bicchierino di Pastise o di pernod o l'anice di Marsiglia.
Piazze di Aix-en-Provence
Piazza del Municipio
(1)
La Piazza del Municipio è uno dei luoghi più affollati di Aix en Provence. Vi consiglio di visitare questa piazza nel pomeriggio. La campana del municipio suona a ogni ora, spaventando gli uccelli che trovano riparo sui grandi aceri. Quando suona la campana guardatevi attorno per osservare gli uccelli volare spaventati. Entrate in uno dei bar della piazza e provate un "pastis". Accompagnatelo con uno cioccolato "Jeff de Bruges" o con i famosi "calisson" di Aix. A voi la scelta. In questa piazza c'è anche la posta, quindi ne potete approfittare per inviare qualche cartolina ai vostri amici.
Monumenti Storici di Aix-en-Provence
Centro storico di Aix-en-Provence
(4)
Il centro storico di Aix-en-Provence è perfetto per una passeggiata. È diviso in due parti dal Corso Mirabeau, la strada più prestigiosa della città, dove un tempo le famiglie ricche avevano le proprie residenze. Oggi gli edifici sono occupati da banche e caffè; sul lato sinistro, dalla grande fontana della rotonda, c'è la zona dei negozi. Il resto del centro storico è formato da una serie di vie lastricate, la maggior parte delle quali è pedonale. Si trovano negozi molto carini e vestiti di stilisti locali. Sull'altro lato del Corso c'è la zona residenziale, con le tipiche case provenzali e qualche galleria d'arte.
Palazzi di Aix-en-Provence
Palazzo dei Conti di Provenza a Aix en Provence
(1)
Su questo luogo sorgeva fino al 1785 il Palazzo dei Conti di Provenza. Era un combinazione stilistica molto complessa, ponte tra il rinascimento e le epoche antiche e romane. Il palazzo presentava due torri romane, dalla Porta Sextias fino alla Via Aureliana, che portava a Roma. Oggi il posto è ancora Via Italia; nel Medioevo i Conti di Provenza disponevano di un castello per difendersi e difendere la città. All'interno viveva la corte e l'apparato amministrativo della regione. Il castello fu sostituito dal Parlamento della Provenza e gli altri servizi vennero assorbiti dal governo centrale dopo l'annessione della Provenza alla Francia nel 1841.
Chiese di Aix-en-Provence
Eglise du Saint-Esprit
(1)
La Chiesa dello Spirito Santo fu costruita su un orfanotrofio di XVIII secolo. Il progetto si deve all'architetto Vallon e la struttura fu denominata "Chiesa dello Spirito Santo" in seguito alla riforma cattolica. L'interno della chiesa è barocco, mentre la facciata è in stile corinzio. L'altare principale è opera di Chastel ed è una vera e propria opera d'arte. La chiesa ha al suo interno un dipinto dell'Assunta del XV secolo che proviene dall'antico palazzo dei conti. Un altro importante dipinto è quello pentecostale, opera di Jean Daret, un artista importante a livello regionale. In questa chiesa si sposò il generale Mirabeau nel 1772.
Musei di Aix-en-Provence
Museo di Storia Naturale
(2)
Il Museo di Storia Naturale di Aix en Provence è situato nel meraviglioso Hôtel Boyer d’Eguilles, elengate e meraviglioso palazzo caratterizzato da un cortile con al suo centro una fontana. E’ stato fondato nel 1838 e possiede una collezione famosissima e molto ampia di fossili di dinosauri reperiti presso le montagne di Sainte-Victoire, sono sicura che i bambini ne andranno davvero pazzi, grazie anche alle ricostruzioni e alle chiare spiegazioni dell’organizzazione.
Monumenti Storici di Aix-en-Provence
Fontana di Acqua Calda di Aix-en-Provence
(3)
Si tratta della fontana di acqua calda della città, o Fontana Verde, poiché è sempre ricoperta di vegetazione. Fu costruita nel 1667 e all'inizio era decorata con un tritone, distrutto da alcuni delinquenti nel XVII secolo. Nel 1670 furono aggiunti quattro angeli, sostenendo una pila di pietra. La fontana rivestiva una particolare importanza, trovandosi nel Cours Mirabeau, dove passavano le carrozze dei nobili, per vedere e farsi vedere. In fondo, il quartiere Mazarin divenne la residenza della nobiltà. Nel 1687 si decise di costruire la fontana calda, con acque che fuoriuscivano direttamente dalla sorgente di Bagnier. Con la calce e la temperatura dell'acqua si forma una cappa verde per tutto l'anno. Dal 1708 si possono lavare i vestiti in questo luogo.
Monumenti Storici di Aix-en-Provence
Fontana de los Bagniers ad Aix-en-Provence
(1)
Si crede che questa fontana fosse usata in epoca romana per fare bagni termali, da li il suo nome in riferimento ai bagni, in provenzale, di Aix. La fontana fu rinnovata e cambiata in diverse occasioni. La sorgente di acqua calda che la alimentava fu utilizzata per un'altra fontana del centro città, a partire dal 1685. Questa fu spostata al lato di un edificio per facilitare il passaggio dei pedoni e delle prime carrozze. In un secondo momento le acque calde furono spostate e la fontana divenne ad acqua fredda. Gli angeli e la pila di marmo sono dell'epoca, mentre il ritratto di Paul Cezanne è di bronzo e fu disegnato da un altro famoso artista della regione, Auguste Reno, e quindi donato alla città nel 1926.
Chiese di Aix-en-Provence
I Penitenti grigi a Aix-en-Provence
(2)
Le prime confraternite di Aix arrivarono nel 1520, i penitenti grigi un po' più tardi, nel 1677. Le confraternite dei penitenti non sono come quelle dei monaci, ma sono associazioni laiche con regole, che cominciarono ad apparire nel XIII secolo. Si dedicano a un'attività o a un'azione di beneficenza speciale, in genereale, a seppellire ai poveri, coloro che sono morti per le epidemie, a servire quelli che la società rifiuta. I penitenti sono vestiti allo stesso modo ma possono incontrare privilegiati come poveri nell'ordine. Questa uniforme fa sì che siano tutti uguali nelle loro opere. I penitenti grigi si dedicavano a sotterrare i poveri e gli sconosciuti. Si chiamavano così perché avevano una giacca grigia che viene seppellita insieme a loro. La gente della città li rispettava molto. Si possono vedere nella loro bellissima cappella opere d'arte come la "Messa nella tomba" del 1510.
Piazze di Aix-en-Provence
Rotonde Place
(1)
Parte essenziale della città. Da questa piazza partono molte strade importanti. Conosciuta anche come Place du general de Gaulle, questa piazza ospita una grande statua di Cezanne di recente realizzazione. Al centro della piazza c'è una bellissima fontana. La fontana è adornata da tre figure che rappresentano l'agricoltura, la giustizia e le belle arti, tre elementi estremamente importanti nella storia di Aix. La fontana è stata realizzata nel 1860 e all'epoca si trovava proprio all'ingresso della città moderna. E' una delle piazze più belle della città.
Monumenti Storici di Aix-en-Provence
Orologio Centrale
(1)
L'Orologio centrale di Aix-en-Provence è uno dei monumenti simbolo della città. Si trova accanto al Municipio, dominato da una campana racchiusa in una cupola di ferro forgiato, che lo ripara dal forte vento della città. Sotto l'orologio si osserva un piccolo balcone; l'orologio astronomico risale al 1661 e presenta al suo interno 4 statue in legno che rappresentano le 4 stagione. Ad ogni stagione una placca di metallo fa girare le statue affinché la statua di quella stagione sia posizionata sulla facciata della torre.
Piazze di Aix-en-Provence
Piazza dei quattro delfini
(1)
La piazza dei quattro delfini si trova vicino al centro di Aix-en-Provence, nel quartiere di Mazzarino. L'ho trovata per caso e mi è sembrata davvero carina con i suoi colori autunnali. Al centro della piazza c'era una fontana con delfini. La fontana è stata costruita nel 1667 dallo scultore 1667. Il suo vero nome è "Fontaine Saint Michele", ma tutti la chiamano "fontana dei delfini"... Attorno alla piazza ci sono dei bellissimi edifici in stile provenzale, che appartengono probabilmente a dei ricchi proprietari. Mi sembra un angolo davvero carino perché, anche se non vi sono caffetterie nelle vicinanze, è estremamente tranquillo.
Monumenti Storici di Aix-en-Provence
Municipio di Aix-en-Provence in Francia
Il bellissimo municipio di Aix-en Provence domina una delle più belle piazze della città e venne costruito a metà del XVII secolo da Pierre Pavillo. E' caratterizzato da un cancello in ferro battuto e da una grande scalinata, proprio a lato dell'edificio si trova la Torre dell'Orologio, uno dei monumenti storici più famosi della città ed è circondato da vari caffè e ristoranti.