Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Ti piace Francia?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Francia

42.571 Collaboratori
Abbazie a Francia Aeroporti a Francia Ambasciate a Francia Aquascooter a Francia Autodromo e Piste da Corsa a Francia Bagno Turco a Francia Belvedere a Francia Boschi a Francia Bowling a Francia Cabaret a Francia Campi da Golf a Francia Campi da Tennis a Francia Campi di Calcio a Francia Cantine a Francia Canyon a Francia Cascate a Francia Casinò a Francia Castelli a Francia Cattedrali a Francia Centri Commerciali a Francia Centri di Bellezza a Francia Chiese a Francia Cimiteri a Francia Cinema a Francia Città a Francia Cittadelle a Francia Club sportivi per bambini a Francia Commissariati a Francia Competizioni Sportive a Francia Comuni a Francia Concerti a Francia Concerti a Francia Deserti a Francia Di interesse culturale a Francia Di interesse sportivo a Francia Di interesse turistico a Francia Discoteche a Francia Feste a Francia Fiumi a Francia Foreste a Francia Giardini a Francia Golfi a Francia Grotte a Francia Informazione Turistica a Francia Insenature a Francia Ippica a Francia Isole a Francia Kitesurfing a Francia Laghi a Francia Lagune a Francia Mercati a Francia Mercatini a Francia Monumenti Storici a Francia Moschee a Francia Mostre a Francia Musei a Francia Negozi a Francia Ospedali a Francia Paintball a Francia Palazzi a Francia Palestre a Francia Paracadutismo a Francia Parchi Acquatici a Francia Parchi a Tema a Francia Parchi di Divertimento a Francia Parco Giochi a Francia Piazze a Francia Piste Ciclabili a Francia Polideportivo a Francia Ponti a Francia Porti a Francia Posti insoliti a Francia Pub a Francia Pueblos de vacaciones a Francia Quartieri a Francia Rafting a Francia Riserve Naturali a Francia Rovine a Francia Sala Concerti a Francia Scalata a Francia Sci a Francia Scogliera a Francia Sinagoghe a Francia Siti Archeologici a Francia Skate a Francia Spettacoli a Francia Spiagge a Francia Stabilimento Balneare a Francia Stadi a Francia Stagni a Francia Statue a Francia Stazioni Ferroviarie a Francia Stazioni delle Corriere a Francia Strade a Francia Surf a Francia Teatri a Francia Templi a Francia Terme a Francia Trekking a Francia Università a Francia Valli a Francia Vie a Francia Villaggi a Francia Zone Locali Notturni a Francia Zone di Shopping a Francia Zoo a Francia

20.272 cose da fare a Francia

Monumenti Storici di Parigi
Torre Eiffel
(644)
La prima volta che sono salito sulla Torre Eiffel, la prima volta che sono stato a Parigi, l'ho fatto con una macchina fotografica analogica. A quei tempi ogni clic costava, motivo per cui la foto che si faceva doveva avere un suo minimo senso. Così, timidamente, abbiamo lasciato una testimonianza su carta della nostra vita accademica nella città della luce. Successivamente hanno fatto la loro comparsa le macchine fotografiche digitali e, durante l'ultima visita, ho fatto tutte le foto che ho potuto. Perché Parigi, i tetti di Parigi, meritano davvero. Quei tetti azzurri, il fiume in mezzo a tutto e la torre di Montparnasse sempre pronta a disturbare la panoramica. E, ovunque si guardi, c'è la bellezza. Qualcuno può immaginare un modo migliore per unire il nuovo all'antico? Andate e vedrete. Parigi dall'alto del cielo non è Parigi. E' un sogno.
Musei di Parigi
Museo del Louvre
(366)
La Gioconda, conosciuta anche come Monna Lisa, è una delle opere più conosciute che abbiamo incontrato nel museo del Louvre a Parigi. Quello che mi ha colpito di più sono le sue dimensioni, dato che la misura della tela è standard, ma soprattutto la quantità della gente che si accalca intorno per ammirarla. Tra le moltissime opere del Museo Louvre, si segnala l'importantissimo Codice di Hammurabi, creato nel 1760 a.C. Si tratta di una delle prime raccolte di testi legali che sono state ritrovate ed è uno degli esempi meglio conservati di documenti dell'antica Mesopotamia. Una delle frasi del Codice, "occhio per occhio, dente per dente", è attualmente usata in diversi paesi del mondo.
Cattedrali di Parigi
Cattedrale di Notre Dame
(321)
Chi non ricorda Quasimodo? Diverso, disprezzato, innamorato ... arrampicandosi sulle mura di Notre Dame de Paris, convivendo tra i doccioni, chimere, e, naturalmente, tra le campane, le sue amate e fedeli campane... Se abbiamo il coraggio di salire i circa 400 gradini della scala a chiocciola, raggiungeremo uno delle più belle scenografie della opera di Victor Hugo, le torri di Notre Dame. La visita dura 45 minuti, inizialmente si sale un bel pezzo di scale per raggiungere la libreria, in cui si effettua una pausa di circa dieci minuti, che è il tempo che intercorre tra un gruppo e il successivo. Poiché gli spazi sono limitati, permettono l’entrata solo a gruppi di 20 persone per volta. Dopo questa pausa, si continua a salire, girando, su gradini sempre più stretti, fino a vedere la luce! Basta uscire e una chimera bella, imponente riceve i visitatori, con lo sguardo perso su Parigi. Una delle molte cose che si imparano durante la visita, è quella di distinguere le chimere (rappresentazioni di esseri fantastici) dai doccioni (costruzioni che vengono utilizzate per lo scolo dell'acqua dal tetto). Ebbene, nelle torri si incontrano molte chimere, progettate da Viollet-le-Duc nel XIX. Tutte quelle inquietanti, di forma grottesca (anche di elefante) reclinate sui muri, scrutando Parigi, sembrano tramare un piano malefico . Guardandole da vicino, nonostante il deterioramento dovuto al passare del tempo, danno la sensazione di essere così reali! In qualsiasi momento potrebbero sorvolare la Senna e la Torre Eiffel. Da non perdersi i doccioni, situati su tutta la facciata, sporgenti per evitare che l'acqua danneggi le pareti. Sono veramente spettacolari, e nonostante le dimensioni siano inferiori, non per questo sono meno dettagliati: si possono distinguere figure umane, di fantasia, con la bocca aperta attraverso cui scorre l’acqua piovana. Il percorso sale ancora, sino a raggiungere i 70 metri di altezza della Torre Sud. La vista è spettacolare. Mentre ci trovavamo sulla torre hanno cominciato a suonare le campane….non eravamo soli....La discesa dalla torre si fa di un fiato senza fermarsi, ma salire le scale non è la stessa cosa che scenderle. Nota importante: per visitare le torri è necessario uscire, dato che l’ingresso si trova nella torre che da su una strada, venendo dal Louvre la torre di sinistra, ed si esce invece dalla torre di destra.. Mentre si è in coda un allegro signore distribuisce volantini sulla visita in diverse lingue, anche in spagnolo. Fanno buoni sconti per i minori di 25 anni, altrimenti la visita costa 7 €. Curiosità finale, il chilometro zero della Francia si trova qui, in pieno centro di Parigi, all'ingresso di Notre Dame.
Monumenti Storici di Parigi
Arco di Trionfo
(263)
L'Arco di Trionfo è un monumento classico di Parigi, simbolo imperdibile di questa città. Costruito nel 1800 da Napoleone per omaggiare la sua vittoria, raggiunge un'altezza di 49 metri ed una larghezza di 45 metri. Nella parte più in basso si trova la tomba del soldato sconosciuto morto nella Prima Guerra Mondiale.
Chiese di Parigi
Basilica del Sacro Cuore
(219)
Il centro di Montmartre, visibile da vari punti di Parigi, questa chiesa bianca appartiene allo stile romanico bizantino, iniziata intorno al 1870 e terminata nel 1914. La chiesa è dedicata al Sacro Cuore di Gesù, commissionata da due uomini d’affari cattolici che facero un voto alla Madonna durante la guerra franco prussiana. La sua cupola è il secondo punto più alto di Parigi, subito dopo la Tour Eiffel. La facciata si compone di porte bronzee che illustrano scene della vita di Cristo, due statue equestri che raffigurano Giovanna d’Arco e San Luigi. In cima alla facciata, notate la statua al centro posta in modo simbolico sopra le due statue bronzee dei santi. La più bella vista della Basilica la si ha dai gradini sottostanti. Bellissima la scalinata –un po’ faticosa- da fare per raggiungere la cima della chiesa, ma meritevole! Una volta arrivati in cima potrete godervi un bel panorama su Parigi!
Quartieri di Parigi
Quartiere di Montmartre
(173)
Un luogo in cui perdersi, un quartiere incantevole, dalla stazione della metropolitana al cimitero, ha bei posti e punti emblematici di Parigi. I negozi, gallerie d'arte, bar, boulangerie (panetterie), piazzette,accoglienti, la Basilica del Sacro Cuore, Place du Tertre,tutto è bello e raffinato l'aria che respiriamo è tipica di Parigi. Alta la presenza di artisti, davvero bello. Altamente consigliato.
Fiumi di Parigi
La Senna
(155)
Che si può dire di Parigi che non è ancora stato detto! Parigi, una città che si conserva come se il tempo non fosse mai trascorso, offre ai visitatori molti angoli per apprezzare a pieno l'architettura, il paesaggio, i parigini e il cibo. Indimenticabile il giro sulla Senna in battello in una giornata di sole e in buona compagnia. E'un buon modo per stuzzicare l'appetito prima di andare in un ristorante. Ci sono diversi punti di imbarco, gestiti da diverse compagnie di navigazione che offrono vari percorsi. E' molto rilassante e romantico vedere la città dalla Senna ...
Parchi a Tema di Marne-la-Vallée
Disneyland París
Il sottomarino del capitano Nemo si trova ancorato al Disney Resort Paris, precisamente nella laguna di Discoveryland. Questa attrazione permette di ripercorrere il sottomarino che Giulio Verne ideó per il suo libro "20000 leghe sotto i mari". Col suo calamaro gigante e le sue numerose zone di penombra i più piccoli potrebbero spaventarsi. Forse non è una delle attrazione più popolari, ma il suo vantaggio principale è che si visita in 10 minuti e non c'è mai la coda per entrare.
Monumenti Storici di Mont-Saint-Michel
Abbazia di Mont-Saint-Michel
(73)
Mont Saint-Michel è uno dei posti magici che il mondo ci regala. Si tratta di un promontorio situato sulla costa della Normandia, sul quale si trova l'abbazia che da il nome al luogo. È un posto molto frequentato in Francia e, per questo, si raccomanda di non visitarlo in estate. Meglio vederlo in primavera o nelle prime settimane d'autunno. Ci si può arrivare in macchina o a piedi, come facevano i pellegrini nell'antichità, ma per la camminata è meglio munirsi di guida o studiare bene gli orari delle maree. Sull'isola che ospita l'abbazia ci sono negozi di ogni tipo che sopravvivono grazie ai turisti. Ci si può alloggiare sull'isola e, anche se risulta un po' caro, si arriva a godere della reale essenza del posto una volta che nel pomeriggio i turisti abbiano fatto ritorno a casa.
Palazzi di Parigi
Opéra Garnier
(91)
Costruito nel 1875, il Teatro Opera di Paris è un edificio sontuoso che si caratterizza da diversi stili, dal classico al barocco, diversi materiali tra cui la pietra, il marmo e il bronzo. La bella e sontuosa facciata e l’esterno si compone di colonne, fregi e sculture. Visitabile al suo interno (ingresso a pagamento), l’Opera non è più luogo di rappresentazione delle opere parigine, eccezion fatta per i balletti! La scultura a destra della facciata rappresenta proprio la danza, il suo originale è conservato al Musée d’Orsay. Non limitatevi a vedere e fotografare la facciata dall’altra parte della strada, ma avvicinatevi per ammirare da vicino i particolari! Proprio da vicino vi renderete conto dell’imponenza dell’edificio. Noi abbiamo poi preso la strada a destra, e abbiamo cos’ì osservato anche la profondità del teatro! Curiosi sono anche i lampioni del teatro: da notare la base, a forma di vascello!
Cabaret di Parigi
Moulin Rouge
(117)
Andare a Parigi significa vivere un intenso viaggio di continue emozioni, passeggiare tra le sue vie è un'autentica meraviglia. Questo angolino lo dedico a una delle icone più ardite di Parigi, il Moulin Rouge. Pensando ad esso è inevitabile immaginare le ragazze avvolte con piume appariscenti, o ballando il famoso French Cancan. A partire dalla sua costruzione nel 1889, è stato protagonista di film, libri e perfino dipinti dove si rappresentava l'essenza del locale. Come appassionata del mondo della danza e della musica, non potevo andare a Parigi e non godere dal vivo del cabaret del Moulin Rouge. Ci sono vari packs per assistere allo spettacolo e lo stesso capita con le agenzie che li offrono. Noi avevamo scelto Paris Vision (http://fr.parisvision.com) dove ci sono grandi varietà di tour per Parigi, guidati e in autobus. Specificamente la nostra combinazione offriva una visita in autobus, una guida audio per le luminarie di Parigi e poi l'ingresso alla Féerie, la rassegna che si sta rappresentando adesso nel Moulin Rouge. Questa opzione offriva inoltre la possibilità che una volta terminato lo spettacolo potevano riportarti al tuo hotel. Sicuramente il Moulin è più piccolo di quello che mi aspettavo ma l'ambiente non mi defraudò per niente, tutto il contrario. L'unica critica che posso fare è sulla disposizione dei tavoli, che è fatta in un modo tale che muoversi richiede un atto di compenetrazione totale con le persone intorno, ma a parte questo è un'esperienza indimenticabile. Le luci si spengono, i camerieri vanno da un tavolo all'altro aprendo bottiglie di spumante e tra le esplosioni dei tappi inizia la magia. Suona la musica, appaiono le ballerine e i loro cavalieri, ti lasci andare dai loro movimenti, dalle scene, dai loro vestiti... Io e mia sorella eravamo ipnotizzate numero dopo numero, ci brillavano gli occhi e un sorriso invadeva i nostri volti. Tra un ballo e l'altro anche i numeri sono fantastici, ricordo specialmente gli acrobati, che con i loro movimenti ci lasciavano senza fiato, e il ventriloquo che ci fece piangere dalle risate con il suo semplice ma efficace umorismo. Inoltre è buono perché mescola diverse lingue per provare il pubblico di ogni sera, e si capisce molto bene; ogni volta che lo ricordo non posso fare a meno di ridere.
Centri Commerciali di Parigi
Gallerie Lafayette
(112)
E' come la Rinascente, uno di quei centri commerciali che vendono di tutto, pelli, cosmetici, cibo gourmet o viaggi per fidanzati, orologi e goielli, giocattoli e vestiti. Durante Natale diventa un posto incredibilmente ben decorato che i bambini vengono a guardare prima di decidere che cosa chiedere in regalo. Le Gallerie Lafayette hanno il negozio più famoso e bello nel centro di Parigi, nella via La Fayette. Il negozio di Lille è in via Béthunes, ed è anche questo molto grande e con bellissime decorazioni. E' in un centro commerciale che inoltre ha un Darty, che vende elettrodomestici, una Grande Recré, che è un negozio di giochi per bambini e un negozio di ottica. Create nel 1893, le Gallerie Lafayette hanno avuto un successo incredibile, fino ad aprire negozi a New York e a Berlino. Il vantaggio di comprare in questo tipo di negozio è che ti tolgono l'IVA se non sei residente della comunità europea.
Palazzi di Versailles
Il palazzo di Versalles
(70)
Si tratta di un luogo in cui ci si sente sopraffatti da quell' epoca e dalla musica di quei tempi accompagnati dalla vista di questo spettacolare palazzo e dai giardini. Tutto sembra perfetto. Mi sentivo come in quella epoca, con un grande abito passeggiando per i giardini con il mio ventaglio in mano. Incredibile, volevo piangere.
Giardini di Parigi
Giardino delle Tuileries
(85)
Giardino delle Tuileries. È il giardino del Louvre, il giardino che usava la regalità ed altri aristocratici che abitarono il palazzo. Fu progettato da "Il Notre", lo stesso architetto paesaggista che lavorò e disegnò i giardini del Palazzo di Versailles. È il giardino più centrale di Parigi, di fianco alla Senna ed in mezzo al "Grand Axe", l'asse trionfale che va dalla " Place de la Concorde fino al "Grand Arche della Défense", passando per l'Arco di Trionfo. Il Giardino è abbastanza piccolo e modesto se lo paragoniamo ad altri giardini di castelli e forze francesi.Incomincia vicino al Louvre e finisce giusto nella "Place de la Concorde". Il giardino è completamente piano tranne alcune giardiniere e i corridoi laterali che sono più elevati. Il giardino è composto principalmente da alberi e siepi, ma in primavera lo adornano con fiori sparsi qui e là. C'è una fonte circolare nel centro con una statua che intrattiene i più piccoli e che contribuisce a creare uncrea un ambiente più fresco soprattutto d'estate. Si possono affittare delle barchette a vela per navigare nello stagno. Sparsa per il giardino c'è una collezione non indifferente, di statue del secolo XX. La visita è libera ma l'orario è abbastanza ridotto. Dal lato della "Place de la Concorde" c'è un negozio di souvenirs e libri del Louvre, di architettura e di storia in generale. Il giardino consta di una fermata di metro col suo stesso nome, per cui si può trovare facilmente.
Musei di Parigi
Museo d'Orsay
(66)
Sono le nove del mattino. Un treno lascia Orleans e la Loira in direzione di Parigi. Siamo nel 1900, e questo treno non si fermerà nel sud-ovest della capitale, nella stazione d'Austerlits, come sempre ha fatto, ma srriverà in centro, a toccare quasi la Senna e a salutare Les Invalides e il Louvre. Il viaggio non è lungo, ma i concittadini di Giovanna D'Arco in questa occasione visitano Parigi con grande concitazione, dato che, oltre a conoscere la nuova stazione, andranno all'Esposizione Universale. Un grande orologio dà il benvenuto a Parigi, segnando fedelmente ogni secondo del nuovo secolo. "Questo sarà il secolo della pace e della prosperità", dice un signore indicando l'orologio dai binari. Niente di più lontano dalla realtà, gli risponderebbe oggi uno dei migliaia di turisti che riempiono lo stesso spazio, trasformato però oggi nel Museo D'Orsay. Finalmente, e dopo anni senza sapere dove mettere gli impressionisti, hanno trovato il loro posto fra i vecchi muri di quella stazione abbandonata. I cambiamenti della rete ferroviaria e altre circostanze resero inutilizzabile questa stazione situata in centro città, che fu sul punto di essere demolita. Per fortuna che c'è sempre qualcuno che difende gli edifici più rappresentativi di una città, e, in questo caso, dell'autentica architettura parigina. In questo modo le si è dato un nuovo utilizzo che è stato un gran successo dal punto di vista turistico e culturale. Da quasi trent'anni il vecchio orologio segna il tempo al ritmo di Monet, Manet, Van Gogh e molti altri pittori del XIX secolo. "Questo sarà un gran secolo", dice un turista nel giungere all'anno 2000. "Sto per segnare anche il suo tempo", risponde, muto, l'orologio.
Piazze di Parigi
Place de la Concorde
(78)
Da qualche anno hanno installato anche una ruota panoramica che permette di guardare la città dall'alto. In piazza piena di storia e con un obelisco molto particolare.
Giardini di Parigi
Gardini Lussemburgo
(52)
Con i suoi 25 ettari, le jardin du Luxembourg rappresentano il più famoso parco di Parigi. Proprio davanti al Palais du Luxembourg, si trova una vasca ottagonale, dove i bambini si divertono a fare navigare la loro barchette. Vi sono diverse statue e una fontana famosa, Fontain de Medicis, ma soprattutto molto verde e molti fiori. Disseminate tantissime poltrone-sdraio in ferro, dove rilassarsi e godersi il tramonto dopo una giornata di cammino. Assolutamente tappa obbligata!
Deserti di La Teste-de-Buch
Duna di Pilat
(33)
Prima di dirigersi a Arcachon si può visitare la duna più alta d'Europa, con un'altezza di 117 metri, una larghezza di 2.700 mt e oltre 60 milioni di metri cubi di sabbia. Si lascia la macchina nel parcheggio (6 euro in alta stagione) e si arriva alla base della grande duna. Non esiste un sentiero tracciato e così, inizialmente, si procede sprofondando nella sabbia sino ad incontrare le orme di altri visitatori. Per arrivare alla cima si osserva un bosco immenso e, una volta in cima, si gode della splendida vista della baia.