MINUBE
Continua sull'app
Apri
Dove vuoi andare?
Ti piace Libano?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Chiese a Libano

Le destinazioni più popolari

6 chiese a Libano

Chiese di Beirut
Chiesa ortodossa di San Giorgio
(2)
Situata, come del resto gli altri edific religiosi importanti di Beirut, in pieno centro, nel downtown, la cattedrale ortodossa di San Giorgio non deve essere confusa con quella maronita, dedicata allo stesso santo. Anche qui è proibito fare le foto così, dopo qualche scatto frugale dall'esterno, sono entrata per visitare questa chiesa. Premetto che all'esterno c'è un bel porticato che arricchisce l'architettura dell'edificio, ma una volta entrati rimarrete sbigottiti: in gran parte affrescata con la predominante oro, la chiesa ha un'altare barocco dove sono rappresentati tutti i santi più importanti. Il soffitto è ornato da un ricco lampadario eda mlti altri affreschi dipinti con tonalità più chiare. La chiesa si trova all'interno dell'area controllata dai militari... non fatevi spaventare, entrate e non badateci... qui a Beiru fanno parte, purtroppo, della normalità quotidiana!
Chiese di Beirut
Cattedrale dei cappuccini di St Louis
(1)
La cattedrale cappuccina dedicata a Saint Louis si trova nel downtown di Beirut, a pochi passi dagli altri edi-fici numerosi che punteggiano la capitale libanese. Eretta nel 1863 si trova a pochi minuti dalla Moschea Al Omari ed al suo interno di celebra il rito latino in particolar modo per gli stranieri che risiedono in città defi-nitivamente o temporaneamente visto che i libanesi cristiani sono perlopiù maroniti. La chiesa è visitabile all’interno ma non sempre quindi se capitate nel giorno sbagliato mi sa proprio che ci dovrete rinunciare!
Chiese di Beirut
Chiesa armena di Saint Nshan
(2)
La popolazione armena di Beirut abita prevalentemente il quartiere di Bourj Hammoud, ma questa enorme e candida chiesa della comunità armena è sita nel downtown, a due passi dalla cattedrale di Mohammad al-Amin e dalla cattedrale maronita di San Giorgio. La porta d'accesso della chiesa di Saint Nshan, in italiano San Gregorio, è decorata d'oro e l'interno, spazioso, culmina con il mosaico di Gesù crocifisso sull'altare. La chiesa è sormontata da una grande cupola decorata ai quattro angoli da altri mosaici probabilmente raffiguranti i quattro apostoli. L'edificio viene illuminato da due grandi vetrate con vetri colorati. La chiesa è stata costruita negli ultimi anni o almeno ristrutturata di recente perché è davvero linda!
Chiese di Byblos
Chiesa Nossa Senhora da Penna
La chiesetta Nossa Senhora da Penna è più che altro una piccola cappella e si trova appena fuori dalla cittadella di Byblos, lungo la strada che conduce al porticciolo e al Fishing Club di Pepe. Dedicata alla Madonna di Rio de Janeiro, la cappella è costruita con blocchi di pietra e il minuscolo altare è arricchito da vari dipinti fra i quali spicca il riconoscibile Padre Pio. Il giardinetto che affianca l'edificio è protetto da una statua bianca della Madonna che sembra vegliare sulla cappella. Davanti all'altare è possibile, quando è aperto, sedersi sulle panche.
Chiese di Byblos
Chiesa ortodossa Sayted El Najal
La chiesetta ortodossa di Byblos è un po' sacrificata a lato di uno dei vicoletti che ne attraversano il centro. L'accesso lo si ha da un piccolo cancello che, sfortunatamente, abbiamo trovato chiuso. Ma la Dea Bendata ha pensato comunque a non farci andare via a bocca asciutta ed il prodigioso incontro con un vecchietto della cittadina ci ha portato a conoscenza di molte particolarità legate a questo luogo di culto: gli interni sono riccamente decorati con antiche icone dorate. La chiesetta è abbastanza antica ma spesso resta chiusa visto l'esigua comunità ortodossa che popola Byblos. L'edificio è stato costruito in pietra proprio come la chiesetta di Nossa Senhora da Penna.
Chiese di Byblos
Chiesa battista di Saint John
(1)
L'antica chiesa battista di Saint John risale al XII secolo, anni durante i quali si svolsero le crociate. Dato il suo splendore venne per anni usata come cattedrale della città di Byblos, ma poi in seguito ad un terremoto ed alla conseguente caduta della città in mano ai musulmani, perse il suo ruolo centrale ospitando le stalle. Intorno al 1700 però venne presa dai maroniti che la riportarono in vita. Oggi, per raggiungerla, bisogna percorrere una stretta stradina pedonale che dal porticciolo risale parte della collina dove si trova la parte centrale di Byblos. Chiusa durante i giorni della settimana, ma non durante gli orari della Messa, la chiesa di Saint John è decorata da belle arcate medievali, da una torre campanaria antica e da vetrate colorate. La struttura mantiene la sua struttura originale fatta da blocchi di arenaria, proprio come tantissimi edifici sulle isole maltesi.
Ispirati con le migliori liste degli esperti