MINUBE
Continua sull'app
Apri
Dove vuoi andare?
Ti piace Malta?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Monumenti Storici a Malta

43 monumenti storici a Malta

Monumenti Storici di Sliema
Piscine naturali
(14)
Ci sono poche spiagge a Malta che abbiano una sabbia fina. Una modo originale per sostituirle è di usare le risorse naturali dell'isola. Essendo un'isola con una base calcarea importante, le formazioni rocciose formano parte del paesaggio, rive incluse. Potrete farvi il bagno in aque maltesi, pulitissime e azzurissime, in queste piscine molto curiose.
Monumenti Storici di Rabat
Catacombe di San Paolo
(8)
Non si può visitare Malta tralasciando le Catacombe di San Paolo nella cittadina di Rabat al di fuori della Mdina (ex Capitale Maltese) Il viaggio nel sottosuolo e' al dir poco unico ed originale. Muniti di audio-guida inizierete il vostro viaggio iniziato nel IV°secolo a.c. Ammirerete un complesso di tombe romane, in quanto l'antica legge proibiva la sepoltura all'interno delle città. Il costo del biglietto è di 5,00€ aperte dal lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 17:30, chiuse nei giorni: 24-25-31 Dicembre, 1 Gennaio, e Venerdì Santo. Assolutamente da non perdere!
Monumenti Storici di Qrendi
Tempio Mnajdra
(7)
Il tempio di Ħaġar Qim fu scavato per la prima volta nel 1839. Si trova sulla sommità di una collina posta sul versante meridionale dell'isola di Malta, guardante il mare e la piccola isola di Filfola. La zona circostante, tipica macchia mediterranea, è un parco archeologico atto a preservare le rovine. Nelle vicinanze di Hagar Qim si trova un altro luogo notevole dal punto di vista templare: Menaidra. Costruito attorno al III millennio a.C. è il più antico esempio di edificio costruito a secco (cioè senza malta), antecedente anche a Stonehenge e alle piramidi. Nel 1992 è stato inserito nell'UNESCO.
Monumenti Storici di Sliema
View of Valletta from Sliema
(11)
Il posto migliore per godere della vista di Valletta è Sliema, dalla sua baia si vede una panoramica imbattibile della capitale di Malta. L'acqua blu-verde che separa le due città (Sliema e Valletta) fa in modo che la capitale, le sue mura e gli edifici beige, si evidenzino su tutto e la rendono più impressionante che dal di dentro stesso di Valletta. E 'il luogo ideale per scattare foto.
Monumenti Storici di Xaghra
Templi di Ggantija
(6)
Risalente al terzo millennio a.C., i templi di Ggantija sono il più importante sito preistorico presente sulle isole dell'arcipelago maltese. Poco fuori dal centro di Xaghra, con un biglietto di ingresso che permette l'accesso a più siti dell'isola, si accede alla camminata che conduce a queste enormi rocce incastrata una sopra l'altra. Le rovine presenti appartengono a due antichissimi templi separati tra loro ed ai quali si può accedere solo attraverso l'unica entrata presente. I templi non sono interamente crollati, una parte è rimasta in piedi e questo significa che Ggantija è uno dei siti più antichi del mondo ad essersi conservato coì bene.
Monumenti Storici di Medina
Main entrance: Mdina
(3)
Mdina merita assolutamente una visita.
Monumenti Storici di Medina
Mdina Old City
(3)
Spettacolare al tramonto
Monumenti Storici di Mosta
Cupola della chiesa di Mosta
(5)
L'isola di Malta è piena di chiese. Mosta è una piccola città dell'interno, ma ha una chiesa con una spettacolare cupola. Vale la pena visitarla perché se l'esterno è bello, l'interno lo è ancora di più. Il resto della città non è molto bello ma la chiesa risalta da lontano. Vi raccomando di recarvi li con i famosi autobus maltesi, solo salirvi è una avventura (non hanno le porte, il capanello per prenotare la fermata è una corda ecc..). Come curiosità, durante la Seconda Guerra Mondiale vi cadde una bomba all'interno, durante la celebrazione della Messa, ma non esplose. La bomba è conservata all'interno della chiesa.
Monumenti Storici di Medina
Main via: Mdina
(3)
Mdina è magica
Monumenti Storici di Mellieha
St Agatha's Tower (The Red Tower)
(2)
Dalla torre di sant'Agata si può ammirare tutta l'isola di Malta e il mare circostante. E' chiamata anche Torre Rossa a causa del colore rosso sanguigno delle pareti esterne. La costruzione risale al 1649.
Monumenti Storici di Mosta
Dwejra Lines
(3)
CAMMINANDO PER LA STORIA Si conosce come Dwejra Lines, al settore occidentale della Victoria Lines, una serie di fortificazioni che percorrono la larghezza dell'isola di Malta. Approfittando di un pendio naturale, i britannici hanno costruito questa linea difensiva lungo 12 chilometri alla fine del XIX secolo. I resti di queste fortificazioni possono essere visitati partendo dalla rotonda sulla periferia della città di Mosta e dirigendosi verso ovest. A duecento metri si trovano quelle che furono le batterie di Targa, attualmente utilizzate dai contadini della zona. Continueremo camminando per un sentiero non molto transitato, quindi bisognerà stare attenti ai rami. Un grande fossato ci accompagna alla nostra sinistra e scopriamo alcuni ingressi a tunnel che non furono mai stati murati. Le pareti del fossato furono distrutte dalla forza della natura nel corso degli anni. La flora e la fauna sono abbondanti e si può vedere, con sorpresa, qualche esemplare di camaleonte comune. Al termine delle linee ci troveremo a Bingemma Gap, dove si può entrare in qualche tomba punica e camminare sopra la muraglia. La passeggiata si conclude davanti alla cappella di Bingemma e continua verso Mgarr per prendere l'autobus.
Monumenti Storici di Rabat
Rabat Citadel wall
La cittadella di Rabat (Gozo) è circondata da un'alta muraglia e che riflette chiaramente la situazione strategica e difensiva della piccola capitale. Da qui si può vedere gran parte dell'isola e la situazione demografica così interessante che scelsero i primi coloni. Una zona di pianura, immensa e con un piccolo monte nel mezzo. Qui si costruirono la capitale, dopo vennero costruiti piccoli bastioni di sorveglianza in tutte quei picchi di monte che si vedono nei dintorni. Oggigiorno questi bastioni sono stati trasformati in piccole città o fortezze. È proprio per questa situazione strategica che ora facendo un giro per la parte superiore della muraglia si possono scrutare così tante paesi allo stesso tempo...
Monumenti Storici di La Valletta
Fontana del Tritone
La fontana del Tritone di Malta è il primo monumento di spicco che accoglie i visitatori de La Valletta all'ingresso della città. Sita nella piazza scelta come principale stazione degli autobus dell'isola, la Fontana del Tritone fu scolpita dopo la prima metà del 1900 dallo scultore Vincenzo Apap. Oggi è sicuramente il monumento più visto della capitale nonostante spesso non ci si soffermi sulla composizione della fontana. La sera è spesso animata dai giovani che si incontrano qui sotto le illuminazioni del Tritone.
Monumenti Storici di La Valletta
Forte di San Telmo
(2)
La suggestiva entrata in porto a La Valletta.
Monumenti Storici di Mellieha
Mellieha Air Raid Shelter
(2)
Fino a quando non visitai Malta non avrei mai immaginato che questa piccola isola del MEDITERRANO fosse stata una delle zone più pesantemente bombardate durante la seconda guerra mondiale. La storia racconta che sono state lanciate più di 17.000 bombe su queste terre. Pertanto, per respingere gli attacchi da parte delle truppe nemiche, a parte utilizzando torri e fortezze di un passato lontano, furono costruiti numerosi bunker per ripararsi dagli attacchi aerei effettuati dalle truppe naziste e dai loro "alleati". Per numero di abitanti e la ricchezza che avevano al momento (e che possiede ora ...) a La Valletta, c'era il più grande bunker di Malta, ma ciò non toglie l'importanza che ebbe il rifugio di Mellieha, ottimamente conservato e riabilitato. Aneddoticamente, dato i significativi bombardamenti che soffriva La Valletta e il rischio per tutti i tesori, durante qualche tempo, alcuni dei grandi tesori gelosamente custoditi nei rifugi, furono portati a questo rifugio di Mellieha, dove una guardia gelosamente li custodiva in una sorta di "stanza del tesoro". Si stima che, quando gli aerei nemici erano visibili in questo rifugio si "affollavano" circa 4000 o 5000 persone, a volte rimanevano per diversi giorni finche' duravano gli attacchi, con uno spazio per ogni persona di 0,6 metri, in seguito esteso a 1,2 metri. Attualmente, questo bunker sotterraneo situato appena fuori la Chiesa Parrocchiale di Melllieha è aperto al pubblico grazie ad una associazione locale, essendo piuttosto simbolico il prezzo dell' entrata, 2,33 euro a persona. Sono più di 500 metri, aperti al pubblico, ma a quanto pare, il labirinto di corridoi e cabine è piuttosto ampio, penso infatti che lo stanno riabilitando. Proprio il giorno che andai a visitarlo io, il sistema audio tipo audioguida che attivano per le visite si era rotto, ma ebbi la possibilità di chiacchierare con il custode del rifugio, un vecchio uomo molto singolare mi ha raccointato e spiegato oralmente e con incredibile dettagli, quello che successe in quel periodo e come le persone vivessero a Mellieha. L'uomo, molto umile, ridusse l' importanza del rifugio, dicendo che Mellieha non fu una zona molto bombardata di Malta, e il periodo più lungo durante il quale la gente del posto dovette rifugiarsi dentro fu di 3 giorni, 3 giorni di pesanti bombardamenti, quasi nulla. La verità è che è stata una esperienza unica visitare il rifugio, sono andato di prima mattina e ho avuto l'opportunità di camminare in queste sale da solo, non c'era nessun altro visitatore, che come vedrete nel video, dà anche un po' di angoscia e "spaventa", soprattutto quando ho cominciato a vedere la "ricreazione" e le figure che non mi aspettavo affatto. Sono corridoi molto lunghi e stretti, hanno 2 metri di larghezza e 2,1 di altezza, e poi ci sono gli ambienti in cui si è ricreata la vita che realizzavano le persone all'interno del rifugio in quel momento, c' era una maternità se nascevano dei bambini, una infermieristica per assistere i feriti, una sala speciale per il sacerdote, ecc, alcune famiglie, poiché appartengono a una classe sociale più elevata, si erano permesse il lusso di costruire "cubicoli privati" per rifugiarsi con un pò di privacy durante gli attacchi, curioso aneddoto per i disagi che hanno dovuto vivere in quei frangenti. Quindi ora sapete, se volete scoprire un posto con molta storia e vivere in prima persona una esperienza da brivido e camminare attraverso questi corridoi stretti che hanno vissuto tante vicende, non esitate a visitare questo rifugio. Raccomando di visitare questo luogo quando non c'e' molta gente, camminare da soli attraverso queste sale e "rivivere" mentalmente la storia del luogo, e' senza prezzo, è un'esperienza unica.
Monumenti Storici di Marsaxlokk
Forte San Luciano
(2)
Per difendersi dagli attacchi dei turchi e dei pirati, al limite della baia di Marsaxlokk venne costruito questo forte intorno al 1600. E' imponente e in posizione estremamente strategica. Il forte San Luciano fu in un secondo tempo arricchito con torrette ed alla fine divenne il secondo forte più grande dell'isola. Oggi non è sempre visitabile perché svolge la funzione di centro ricerche, ma se avete intenzione di farci un salto potrete chiedere informazioni all'ufficio turistico per saperne di più sugli orari di apertura. Nonostante gli edifici e le gru del porto sulla penisola non siano così particolari, l'acqua del mare, appena sotto il forte, è cristallina e con le temperature alte di Malta, un bagno è consigliatissimo!
Monumenti Storici di Kalkara
Forte Ricasoli
(2)
Una delle grandi fortificazioni di Malta, è il Forte Ricasoli costruito nell'area delle tre città conosciuta come Kalkara. Eretto dai cavalieri di Malta intorno al 1680, oggi la struttura fortificata è costantemente minacciata dalla forza dell'acqua e dall'erosione che tendono a minarne le fondamenta. Il forte è visitabile prendendo un autobus da La Valletta in direzione di Cottonera e della zona di Kalkara. Contate di impiegarci almeno 30 minuti. Dalla fortificazione che si può passeggiare attraverso una passeggiata panoramica, si ha anche una bella vista sulla capitale La Valletta.
Monumenti Storici di Ghajnsielem e Comino
Torre di St. Mary su Comino
(1)
La torre di St. Mary è una delle numerose presenti nell'arcipelago maltese e più precisamente sull'isola di Comino, la più piccola delle tre. Costruita a scopo difensivo, la torre di St. Mary risale al 1618 quando il Gran Maestro dei Cavalieri Ospedalieri diede l'ordine di costruirla. Oggi è visitabile con una gita su Comino da Gozo o Malta oppure può essere osservata semplicemente dal traghetto che viaggia fra le due isole maggiori. Comino non è quasi per nulla costruita e la torre dedicata alla santa risalta particolarmente sul piccolo isolotto.
Attività a Malta
GetYourGuide
(200)
18,32
GetYourGuide
(41)
56,78
GetYourGuide
(43)
13,74
GetYourGuide
(34)
44,88
GetYourGuide
(88)
21,06
GetYourGuide
(39)
34,80
GetYourGuide
(8)
16,48
GetYourGuide
18,32
GetYourGuide
(215)
54,95
GetYourGuide
(14)
13,74
GetYourGuide
(8)
45,79
GetYourGuide
(5)
50,37
GetYourGuide
(54)
36,63
GetYourGuide
(8)
33,89
GetYourGuide
(16)
24,73
GetYourGuide
(46)
27,47
GetYourGuide
(36)
36,63
GetYourGuide
(1)
36,63
GetYourGuide
(16)
18,32
GetYourGuide
(9)
32,97