MINUBE
Continua sull'app
Apri
Dove vuoi andare?
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Palmi

48 Collaboratori

23 cose da fare a Palmi

Spiagge di Palmi
Costa Viola
(30)
Costa Viola,così denominata, per il dominante colore viola che la contraddistingue.La costa è prettamente selvaggia con arbusti di pino qualche abete, rovi e vigneti, di cui ancora è possibile intravedere le cosidette "armacie" ossia, dei terrazzamenti di pietra, che anticamente erano percorsi dagli agricoltori che coltivavano le vigne a ridosso sul mare. Queste "armacie" venivano raggiunte prettamente via mare che era l'unico accesso ai terrazzamenti o "armacie". Sotto-costa si incontrano anche delle grotte alle quali si può accedere con piccole imbarcazione. Anche i fondali sono suggestive con grotte sottomarine e coralli La costa abbraccia diversi paesi affacciati sulle acque del Tirreno, tra le tante calette suggerisco il sentiero escursionistico di Rovaglioso. Le immagini suggestive si riferiscono alla Costa della Marinella di Palmi verso Calajanculla gia' (Bagnara calabra) dove di fronte si intravede la sicilia e lo Stretto di Messina e le Eolie. Visibilissimo lo Stromboli per la sua forma piramidale Altro punto leggendario suggestivo è il Pizzo i "l'arcuriaci" dove una leggenda narra che AIACE perse proprio in questo punto il suo arco. Percorrendo la costa via mare si possono ammirare altre suggestive calette, la chiesetta dedicata a S.Elia Profeta, ed insenature dove ancora come dice un antica leggenda nel silenzio è possibile ascoltare il canto delle sirene. In alcuni periodi dell'anno si possono incrociare le famose "spadare" delle imbarcazioni particolari per la pesca del pesce spada. Spiaggia Marinella
Insenature di Palmi
Spiaggia della Marinella
(17)
La bellissima spiaggia della Marinella è molto vicina alla cittadina di Palmi a pochissimi chilometri. Sulla meravigliosa e selvaggia Costa Viola, ricca di sentieri e calette davvero uniche e ancora sconosciute, quali il sentiero di Rovaglioso abbastanza vicino alla spiaggia della Marinella. Anticamente era un piccolo borgo di pescatori, oggi ancora qualche pescatore si vede a raccogliere le reti e/o preparare le nasse. La spiaggia è ghiaiosa con ciottoli di pietra bianca che rendono davvero unico e suggestivo questo tratto di mare della costa viola. Il mare è limpidissimo, di un colore turchese che si contano persino i sassi in profondità, sui piccoli scogli troviamo diversi granchi di mare. E' molto adatta allo snorkeling e alla pratica del diving. Assolutamente da visitare.
Di interesse culturale di Palmi
Grotte di Trachina e Pignarelle
(10)
Vicino alla città di Palmi, in Calabria, c’è un luogo che io ho trovato insolito e affascinante: le grotte di Pignarelle, conosciute anche come le grotte di Macero-Pignarelle, un complesso di grotte usate dai monaci in era bizantina per sfuggire alle persecuzioni. Secoli dopo vennero anche usate dagli abitanti del luogo per proteggersi dai bombardamenti della seconda guerra mondiale. Le grotte non sono distanti dalla città, anzi, si trovano a pochi passi dalla stazione, però sono ben nascoste da una ricca vegetazione che copre il costone su cui si trovano. Dalla cima del costone si può vedere un’ampia parte di costa tirrenica, dallo Stretto di Messina a Capo Vaticano. Tra le varie grotte, la più grande e interessante è quella usata come basilica, in cui avevano ricavato tre navate e una struttura a croce greca. L’interno delle grotte è abbastanza spazioso, per niente angusto, quindi anche chi soffre per gli spazi chiusi potrebbe affacciarsi al complesso senza risentirne. A me questo luogo è piaciuto molto, sia dal punto di vista naturale sia per la storia delle persone che le hanno abitate, persone in cerca di pace e sicurezza.
Monumenti Storici di Palmi
Monumento ai caduti
(11)
Puoi scrivere tutto quello che vuoi: cosa ti è piaciuto di più, la tua esperienza personale... Tutto!A Palmi, in Via Roma, c’è la statua ai caduti, uno dei tanti monumenti disseminati in giro per l’Italia in onore dei morti durante le guerre. Si trova proprio davanti al palazzo comunale, e si riferisce ai morti della prima guerra mondiale, in quanto è stato commissionato e inaugurato nel 1932. All’inaugurazione era presente Umberto di Savoia. Il monumento è composto da due gruppi principali: un soldato e un fante da una parte, immagini prese dalla guerra, e immagini di dolore dall’altra, in cui figurano una sposa che allatta un figlio piccolo e una madre che piange il figlio. È una statua commuovente, soprattutto nella parte che riguarda le due donne, piene di tenerezza e dolore, guardarlo è quasi straziante. Molto bella e intensa.
Di interesse culturale di Palmi
San Rocco e gli Spinati
(14)
Palmi: Il 16 Agosto di ogni anno ricorre la Festa di San Rocco antichissima di ben 600 anni, compatrono della città di Palmi, San Rocco il Santo taumaturgo nato a Montpellier in Francia è veneratissimo in diversi paesi della calabria. Palmi ne vanta le origini e le tradizioni folkloristiche, una miriade di Fedeli della città e non solo, rende omaggio al Santo, portando in dono ex-voto per grazia ricevuta, o chi ha avuto la grazia o la richiede veste di una cappa di Spine di rovi o percorre la processione scalzo. A trasportare la pesantissima statua sono i "Mbuttaturi" ossia i portatori che a suon di musica e con passi eleganti trasportano il santo per l'intere vie cittadine, solitamente i portatori sono persone che tramandano questo servizio da padre in figlio. Al termine della serata lo spettacolo pirotecnico che allieta la serata in attesa della festa del Prossimo anno ....
Musei di Palmi
Museo Casa della Cultura
(10)
L’estate scorsa ho fatto un viaggio in macchina nel sud Italia, alla ricerca delle piccole gemme nascoste del nostro Paese. Arrivata nel sud della Calabria, ho deciso di fare un’ultima sosta prima di prendere il traghetto per la Sicilia, e mi sono fermata a Palmi, amena cittadina di mare vicino a Reggio Calabria. Mi ha proprio stupito: è una città molto importante dal punto di vista artistico e culturale, cosa che non mi sarei mai aspettata considerando le dimensioni del centro. Una delle strutture che rispecchiano questo carattere culturale di Palmi è la Casa della Cultura dedicata a Leonida Repaci, scrittore del posto. La casa della cultura è stata ultimata nel 1984 e attualmente ospita diversi musei diversi, tra cui la piancoteca, il museo del folkore, il museo musicale e la gipsoteca, che contiene i calchi delle sculture di Michele Guerrisi.
Monumenti Storici di Palmi
Fontana della Palma
(14)
Simbolo della città di Palmi che prende il nome dalle Palme che anticamente erano piantate in vari punti della cittadina. Le palme hanno una simbologia nel Cristianesimo e rappresentano l'accoglienza, accoglienza tipica dei popoli del sud. Anticamente la Fontana si trovava in piazza I°Maggio ma fu stata spostata in piazza Amendola dove adesso ha la sua sede definitiva. Nel 1977 la sua immagine fu coniata sui francobolli.
Rovine di Palmi
Il pianoro di Taureana
(12)
Il Pianoro di Taureana è uno dei siti archeologici tutt'ora in fase di scoperta e di studio in questo piccolo centro Calabrese. Taureana anticamente vantava d'essere la residenza Vescovile della Calabria,era un centro abitatissimo basti pensare che i primi popoli colonizzatori venivano dal mare e Taureana anticamente ebbe questo privilegio essendo a pochi metri sul livello del mare. Nel pianoro di Taureana è stato rinvenuto un anfiteatro romano, alcune abitazioni si ipotizza all'eta' del bronzo ed inoltre dei ritrovamenti di vasellame e ossidiana dell'età neolitica. Alcuni studiosi sostengono che all'interno dell'area del pianoro ci sia la casa/dimora di "donna Canfora" in effetti si sgorge una base rettangolare di un sontuoso edificio solido. La tradizione sostiene che questa donna venne rapita da un corsaro che si trovava da quelle parti, invaghito dalla sua bellezza costui gli fece promessa che gli avrebbe dato tessuti piu' preziosi di quelli che ella possedeva. La donna ammaliata dall'invito del corsaro lo segui' sull'imbarcazione, ma la nave prese il largo. Donna canfora appena capi' il rapimento chiese al corsaro di farla rientrare nella sua Taureana per un ultimo saluto ma costui non accetto', presa dalla disperazione si gettò dalla poppa dell'imbarcazione. Da allora la leggenda dice che donna canfora si sia trasformata in sirena e che ancora a largo di quel mare, nelle insenature delle scogliere si avverte un canto melodioso è "donna canfora" che ancora narra la sua triste storia, al largo della costa tirrenica di Palmi.
Monumenti Storici di Palmi
Monumento a Francesco Cilea
(12)
Dedicato al grande musicista Palmese Francesco Cilea, sorge nella zona chiamata "Arangiara" dove anticamente vi era una torre Orologio. Opera dell'artista Guerrisi, ospita le spoglie del musicista e compositore morto a Varazze nel 1950, tra le opere memorabili ricordiamo: Gina, Tilda, L'Arlesiana, Adriana Lecovreur, e molte altre.
Teatri di Palmi
Anfiteatro all'aperto
(10)
L'anfiteatro all'aperto di Palmi è stato inaugurato nell'anno 2000. Sorge sul promontorio in località motta, in un posto veramente suggestivo di Palmi, un belvedere che spazia dallo stretto di Messina alle Isole Eolie. Si svolgono diverse rassegne e manifestazioni soprattutto nell'estate Palmese. Tra gli eventi segnaliamo: Il Magna Grecia Teatro festival; spettacoli teatrali in vernacolo, balletti classici e moderni; prose; ed eventi di vario genere.
Chiese di Palmi
Santuario del Carmine
(10)
Il Santuario di Maria SS del Monte Carmelo è il più antico e il più venerato dalla popolazione Palmese, a seguito del miracolo che fece la madonna durante il terremoto del 1894 che distrusse la città di Palmi e le vicine Reggio Calabria e Messina. La statua maestosa fa parte del trittico delle "tre sorelle" realizzate dall'artista Domenico De Lorenzo. La chiesa al suo interno e' realizzata in stile barocco. Nello stesso complesso troviamo il convento dei Frati carmelitani, la festa in onore della Madonna ricorre in due date il 16 Novembre a ricorrenza del Miracolo del Terremoto e il 16 Luglio festa della Madonna del Monte Carmelo. All'esterno sono poste due targhe in bronzo che narrano il miracolo del terremoto del 1894 che ebbe come epicentro Palmi.
Di interesse culturale di Palmi
Palmi
(5)
Gran bel posto, clima ideale, stupendo il paesaggio. Se vi trovate dalle parti della Calabria visitate Palmi, Tropea, Scilla. Non volevo più tornare !
Musei di Palmi
Museo etnografico
(11)
Le conocchie sono gli oggetti più visitati e curiosi del Museo etnografico di Palmi. Anticamente questi oggetti venivano utilizzate per filare la lana. Hanno in sé anche una funzione magica, a mò di totem, infatti venivano regalati dall'uomo alla futura donna per un eventuale fidanzamento. Solitamente venivano scolpite dal legno dagli stessi pretendenti, all'interno venivano messi dei sassolini che mentre il fusto girava emetteva un rumore che doveva tenere sveglia la massaia già stanca delle fatiche del giorno. Queste conocchie venivano spesso realizzati dai pastori che durante i pascoli del gregge dedicavano del tempo ad intagliare questi bastoni di legno, creando dei lavori certosini, incidendo su di esse delle figure di fertiità e di buon augurio, se questa "conocchia" veniva accettata dall'amata il dado era tratto.
Belvedere di Palmi
Monte Sant'Elia
(5)
Assolutamente da vedere a Palmi è il Belvedere dal Monte Sant' Elia che domina la città e la vista si estende sulle Eolie, parte della Sicilia (lo stretto di Messina) e spazia fino a Capo Vaticano. Una leggenda narra che qui visse Sant' Elia profeta che scelse Aulinas (Monte Sant'elia) per trascorrere la sua vita eremitica e fondare un Monastero. Qui ebbe una dura lotta con il male (satana) che tentava l'Eremita con ricatti offrendo a lui monete oro per farlo smettere da questa sua vita di preghiera, tanto che Sant' Elia fu' costretto a rifugiarsi in una grotta per non essere disturbato dal demonio, quando un giorno dopo un furioso litigio il santo spinse Satana da un dirupo (ancora sono evidenti nella roccia impronte del "diavolo"). Il Santo infuriato lancio' anche il suo bastone che arrivo' fino allo Stromboli. Un altra leggenda legata a Sant'Elia e al Diavolo sostiene che tutt'oggi il Demonio vive all'interno del vulcano sputando fuoco nel vano tentativo di uscire da quella prigione.
Statue di Palmi
Il Monumento a San Francesco
Palmi è una bellissima cittadina della Calabria, piena di artisti ed eventi interessanti, un posto che tutti gli italiani dovrebbero visitare almeno una volta nella vita, anche perché il mare è molto bello. Tra i tanti punti di interesse di questo posto c’è la statua di San Francesco, il patrono d’Italia, una figura molto amata da tutti gli italiani. La statua è stata voluta dal sindaco e realizzata da Susan Luppino. Mi ha molto colpito per la posizione: si trova su una collina e alle sue spalle si estende la città, il mare, la Calabria e la Sicilia, isole Eolie comprese. È un panorama incredibile e indimenticabile, e questa statua piena di tenerezza completa il quadro. San Francesco ha le braccia aperte, e ha un uccellino posato sulla spalla. Non potevano scegliere posizione migliore per ricordare questo grande personaggio italiano.
Trekking di Palmi
Sentiero Rovaglioso
(5)
Il Sentiero "Rovaglioso" prende il nome della località omonima che si trova sulla splendida Costa Viola Calabrese. A soli 3 Km da Palmi in località Porto Oreste. Grazie alla collaborazione ed all'impegno di alcuni volontari Palmesi, il progetto è stato finalmente portato a termine circa un anno fa'. Una passeggiata mozzafiato sulla scogliera, con un panorama, altrettanto mozzafiato, che spazia dalla restante Costa, fino al promontorio di Capo Vaticano e alle Isole Eolie, visibilissima l'isola di Stromboli. Se siete fortunati potete assistere al passaggio di qualche branco di delfini, ed ammirare "la spadara" classica imbarcazione per la pesca del pesce spada che transita spesso in questo tratto di mare. Abbastanza vicina la Spiaggietta della Marinella, antico Borgo marinaro Palmese. Assolutamente da vedere.
Vie di Palmi
Via Roma
(9)
Via Roma, l'arteria principale della cittadina di Palmi. Si possono ammirare dei maestosi palazzi, cio' che è rimasto dopo il disastroso terremoto del 1908. Su Via roma si trovano numerosi negozi di abbigliamento, Banche e alcuni bar dove fare una meritata e dolce sosta.
Chiese di Palmi
Parrocchia del SS Rosario
(3)
La Chiesa fu realizzata nel 1733, il terremoto del 1908 che si batté su Palmi la distrusse quasi completamente. Fu ricostruita e annesso il convento Francescano dei frati minori che tutt'oggi operano nel territorio. All'interno della chiesa completamente rinnovata troviamo delle opere d'arte antiche, tra i quali: Il Crocefisso ligneo posto sull'altare maggiore. La statua di San Francesco di Paola in cartapesta risalente al secolo XIX, il trittico della Madonna del Rosario a cui è dedicata la Chiesa coi santi Domenico e Caterina, ancora Santa Lucia, Sant'Antonio da Padova, statua lignea opera di Luigi Santifaller di Ortisei. Sopra il portone sono poste le canne dell'organo installate sull'antica cantoria in legno massello con decori
Attività a Palmi
GetYourGuide
31,81
GetYourGuide
(1)
63,63
GetYourGuide
(10)
77,26
GetYourGuide
(1)
59,08
GetYourGuide
59,08
GetYourGuide
(5)
81,81