Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Ti piace Catania?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Catania

78 Collaboratori
Attività a Catania
GetYourGuide
(270)
49,21
GetYourGuide
40,26
GetYourGuide
(168)
89,47
GetYourGuide
(45)
43,84
GetYourGuide
(38)
89,47
GetYourGuide
(22)
50
GetYourGuide
(8)
44,73
GetYourGuide
(22)
50
GetYourGuide
44,73
GetYourGuide
(6)
58,15
GetYourGuide
(1)
139
GetYourGuide
(6)
84,99
GetYourGuide
(1)
88,57
GetYourGuide
80,52
GetYourGuide
(3)
25
GetYourGuide
(5)
79,63
GetYourGuide
530
GetYourGuide
(2)
11,18
GetYourGuide
(9)
53,68
GetYourGuide
281,82
Monumenti Storici di Catania
Fontana dell'Elefante a Catania
(14)
Monumenti Storici di Catania
Fontana Ratto di Proserpina
(8)
Monumenti Storici di Catania
Anfiteatro Romano
(8)
Monumenti Storici di Catania
Monastero dei Benedettini di Catania
(2)
Monumenti Storici di Catania

39 cose da fare a Catania

Mercati di Catania
Pescheria di Catania
(18)
Il mercato di Catania è la più grande attrazione di Catania, che non è la più bella città della Sicilia. È molto pittoresco e autentico, offre degli ottimi prezzi, e dei colori eccezionali. Ci sono formaggi buonissimi, pesce molto fresco, verdure e frutti deliziosi, e soprattutto la gente! C'è gente da tutte le parti!. Se passate per Catania, è un'esperienza piacevole, specialmente per le persone che amano il buon cibo e le buone materie prime.
Monumenti Storici di Catania
Fontana dell'Elefante a Catania
(14)
La statua dell'elefante è il simbolo della città di Catania. Una curiosità: una leggenda dice che fu costruita per rendere onore all'elefante che fu capace di far scappare tutti gli animali feroci che minacciavano di attaccare gli abitanti della città.
Giardini di Catania
Villa Bellini
(10)
L'attuale Villa Bellini risale al settecento quando apparteneva al principe Ignazio Paternò Castello. Nell'ottocento fu acquistato dal comune di Catania che lo trasormò ed ampliò tanto da contenere due colline circondate da un viale. Sulla sommità di una delle due piccole colline vi è un chisco in ferro battuto dove si tengono concerti, il secondo chiosco, in legno, collocato nell'altra collina e donato dall'imperatore della Cina, è stato purtroppo distrutto da un incendio...Nello scorso mese di settembre, dopo 4 anni di lavori di manutenzione, la Villa è stata riaperta al pubblico e quindi restituita ai catanesi che tanto amano questo giardino. Per me è stato emozionante passeggiare per quei viali dove ho tanto giocato da bambina...
Insenature di Catania
Spiaggia di Catania
(3)
Ciao il mio nome é Pilar e non so come funziona questo o se lo sto facendo bene. Ebbene queste sono tre foto, le ultime foto dal mio viaggio a Catania, con una spiaggia che per la vitalitá che ha somiglia molto a quella di Ibiza e Salou. Di notte, c'é molta gente soprattutto in estate in vari locali dove si puó ballare e bere. Alcuni si portano dietro la tenda per poter passare la notte qui. Questa spiaggia èari molto lunga si puó camminare per vari chilometri, ed ha un color dorato fantastico. Ahhhhhhh, e i pesci fanno peeling ai piedi gratuitamente, hehehehe. Un saluto Pilar
Piazze di Catania
Piazza del Duomo
(13)
La Piazza Duomo della città di Catania (Sicilia), cioè la Piazza della Cattedrale, è dominata da una fonte centrale; realizzata a partire da un progetto di Vaccarini del 1736, in essa è scolpito, in lava, un elefante denominato dai catanesi "Liotru", simbolo della città e per il quale nutrono un speciale affetto. La fonte rappresenta tre civiltà: quella punica, quella egiziana e quella cristiana. L'elefante simbolizza la sconfitta dei cartaginesi arrivati per conquistare l'isola su di enormi elefanti; l'obelisco egiziano che sostiene l'elefante, di granito di Syene con geroglifici relativi al culto di Iside, rappresenta la civiltà egiziana; la croce, assieme all'insegna di Santa Agata, rappresenta la cristianità. È decorata con bassorilievi che rappresentano i fiumi Imeneo ed Amenano che attraversano la città di Catania. Come il suo nome indica, nella piazza si trovano pure la cattedrale che risale al 1092, dedicata a Santa Agata, patrona di Catania. Nella cappella di Santa Agata si trova il corpo della venerata Santa che fu uno dei primi martiri della Sicilia. Le feste di Catania si celebrano in suo onore nel mese di febbraio. La facciata principale, opera di G.B. Vaccarini, si realizzò nel 1736, ed è un esempio del barocco siciliano, stile che predomina in tutta l'isola. Nella piazza c'è una caffetteria nella piazza ideale per prendere qualcosa mentre si osserva la gente.
Castelli di Catania
Castello Ursino
(6)
A Catania c'è un castello molto interessante da visitare; il castello Ursino chiamato anche Castello Svevo di Catania, è anche sede del Museo Civico nel quale si possono ammirare oltre 8000 pezzi tra reperti archeologici, epigrafi, monete, sculture, pitture, sarcofaghi fittili greci, romani, mosaici. Le mura sono imponenti, ben conservate e hanno uno spessore di 2,50 metri.
Di interesse turistico di Catania
Rifugio Sapienza
(5)
Rifugio di montagna situato nella parte meridionale del vulcano Etna, a 1900 m sul livello del mare, al quale è possibile arrivare in auto dalla vicina città di Nicolosi. Il posto ha un ostello, un ristorante, un bar, una stazione, una funicolare, ed è il punto di partenza delle escursioni che portano al più grande vulcano attivo d'Europa.
Monumenti Storici di Catania
Fontana Ratto di Proserpina
(8)
Una città che mi è piaciuta molto durante il mio viaggio nella Sicilia orientale è Catania. Una città dai forti contrasti ma con un bellissimo centro storico molto vivo la sera grazie alla presenza di studenti. Se arrivate a Catania in treno, come ho fatto io, una delle prime cose che vedrete uscendo dalla stazione sarà la fontana di Proserpina, in via XV aprile. La fontana risale al 1904, nonostante la sua apparenza classica la faccia sembrare molto più antica, ed è ispirata al mito di Proserpina, la figlia di Demetra che venne rapita da Ade proprio in Sicilia. Nella fontana si vede Proserpina che cerca di scappare da Ade, che la tiene ben stretta per impedirle la fuga. I due sono sorretti da una schiera di cavalli che emergono dall'acqua accompagnati da ninfe. È una fontana molto grande e di grande impatto visivo, un ottimo modo per dare il benvenuto ai nuovi arrivati in città.
Di interesse culturale di Catania
Catania
(8)
Percorrendo la via Etnea, in Piazza Stesicoro troviamo il bellissimo ed imponente anfiteatro o meglio i ruderi con accesso alla Catania Sotterranea. Oggi sono visibili dei capitelli, aveva una capienza di circa 15.000 spettatori con una circonferenza di circa 309 metri. La Catania sotterranea o meglio conosciuta dai catanesi come la "Catania vecchia" rimane uno dei misteri o degli angoli inaccessibili e non fruibili dalla popolazione locale e dai turisti. Una leggenda narra che una scolaresca in visita nei sotterranei non è riuscita più a trovare la strada di uscita rimanendo intrappolata tra i suoi sotterranei labirinti. Un angolo storico e misterioso della vivacissima Catania assolutamente da non perdere!
Parchi Acquatici di Catania
Etnaland
(5)
Etnaland è aperto al pubblico solo in estate. All'interno troviamo molti posti dove poter mangiare. Lo zoo, che faceva parte della struttura, è stato chiuso nel 2007. Qui è possibile trascorrere l'intera giornata tra scivoli, kamikaze, piscine, vasche idromassaggio, fontane, barche, gommoni. Divertimento per tutti!
Monumenti Storici di Catania
Anfiteatro Romano
(8)
L'anfiteatro romano di Catania, uno dei più grandi d'Italia dopo il Colosseo, si trova nella piazza Stesicoro lungo la via Etnea. Poteva ospitare fino a 15 mila persone. Visitabile in parte è facilmente accessibile. Mi è piaciuto molto vedere scorci di Catania attraverso le arcate dell'anfiteatro.
Teatri di Catania
Teatro romano de Catania
(7)
La particolarità di questo teatro, a mio avviso, è che si trova racchiuso de è seminascosto tra edifici ottocenteschi. Camminando per strada non ti aspetteresti MAI di fiancheggiare il teatro più antico di Catania, tuttalpiù penseresti che dietro quel portone ci siano appartamenti e garaje. E invece.
Musei di Catania
Palazzo Biscari a Catania
(4)
Il palazzo è opera di Francesco Battaglia e di un altro esponente del barocco catanese. Gli interni furono terminati nel 1766 e si tratta di uno dei palazzi più visitati della città. Fu la residenza del Principe Biscari e nelle sue molte sale si osservano affreschi, ritrovamenti archeologici, statue e marmi.
Cattedrali di Catania
Cattedrale di Sant'Agata
(8)
Il monumento più significativo di Catania è sicuramente la sua cattedrale, la Cattedrale di Sant'Agata, che si trova in Piazza del Duomo della città. Si tratta di un imponente tempio dedicato al culto di Santa Agata, la giovane vergine che fu sottomessa a un feroce martirio da un console romano, e che ha preferito sacrificare la sua vita piuttosto che rinunciare alla fede. L'edificio è in stile barocco italiano e ha un molti ornamenti: è impressionante sia all'esterno che all'interno. Il primo edificio fu costruito nel XI secolo, ma la facciata che vediamo oggi è stata realizzata nel 1700, dato che l'edificio subì vari danni come conseguenza del terremoto del 1693. Il responsabile del restauro della facciata è stato l'architetto Vaccarini, lo stesso che ha realizzato altri notevoli edifici della città, come Piazza del Duomo e il Palazzo degli Elefanti (che è l'attuale Municipio). L'interno della chiesa è a tre navate ma ciò che colpisce di più i turisti è che qui giacciono i resti sacri della Santa, anche se qui riposano altre figure di primo piano della città. Inoltre, richiamano l'attenzione gli affreschi, che hanno dei colori impressionanti e sono in ottime condizioni. Questo tempio è visitato sia dai turisti, sia dai propri catanesi, che ricordiamolo oltre ad essere molto religiosa, hanno una devozione speciale per questa cattedrale, perché in un certo senso, li protegge dal vulcano Etna. Si potrebbe dire che questo è uno degli amuleti della città per proteggersi dal vulcano, l'altro, anch'esso nella piazza del Duomo è la Fontana dell'Elefante. Una fonte con un enorme figura di un elefante che rappresenta Liotru, un animale che secondo la leggenda era l'incarnazione del mago Eliodoro, vissuto nel VIII secolo A.C. e che aveva il dono di trasformare gli uomini in animali. La statua dell'elefante risale all'anno 1736.
Chiese di Catania
Chiesa di San Benedetto e Monastero delle Benedettine
(1)
Iniziativa interessante creare un percorso dentro un monastero di clausura. La parte centrale è indubbiamente la Chiesa di San Benedetto, i cui affreschi sono spiegati dall'audioguida con dovizia di dettagli, ma anche gli ambienti che si attraversano per arrivarci sono degni di nota. Sia la scalinata monumentale che da alla chiesa sia il parlatorio in cui le suore incontravano i parenti affascinano.
Musei di Catania
Museo Belliniano di Catania
(3)
Il Museo civico belliniano è un museo con sede a Catania, ospitato nelle sale del primo piano del Palazzo Gravina Cruyllas, una delle tante nobili residenze dei Principi di Palagonia, in piazza San Francesco, di fronte all'omonima chiesa, insieme al Museo Emilio Greco. Sorge nell'antica casa di Vincenzo Bellini e custodisce numerosi oggetti appartenuti al famoso compositore, tra cui molte fotografie. Si traccia una sintesi della sua vita privata e sono esposti alcuni manoscritti originali da questi firmati.
Discoteche di Catania
Catania - Vita Notturna
(5)
Catania è una delle città della Sicilia con più vita notturna e più divertimento. Questo si deve a due motivi, in primo luogo perché è una delle città più importanti dell'isola e secondo perché è una delle mete più importanti d'Erasmus. In questa città vivono centinaia di erasmus tutti gli anni, che oltre a studiare, colgono l'occasione per esplorare l'isola e, naturalmente, per divertirsi. La maggior parte della vita notturna della cittàsi trova al centro. Ci sono diverse strade piene di bar in cui si può ascoltare musica di ogni genere. Uno dei luoghi più frequentati dai giovani e in particolare da Erasmus è il bar nell'ostello Agorà. Si tratta di un piccolo bar, ma ha sfruttato il fatto di essere situato in una delle piazze più centrali (molto vicino alla Piazza del Duomo) per posizionare un terreza gigantesca coperta che è sempre affollata. Questo posto è molto popolare perché le consumazioni hanno prezzi abbastanza abbordabili e, inoltre, è uno dei pochi posti in cui è consentito fumare. A Catania si può trovare divertimento per tutti i gusti e di ogni tipo. Ci sono ambienti abbastanza selettivi e localini per rockettari, hippy, Heavy, ecc Come se non bastasse, in questa città non si può solo uscire nei fine settimana, è una festa quasi ogni giorno.
Mercati di Catania
La Fiera
(6)
Una delle cose che ha fatto in modo che mi innamorassi della città di Catania è i due mercati quotidiani che possiede, la Pescheria e la Fiera. La Fiera è un grande mercato nel centro della città, in particolare nella Piazza di Stesicoro, a pochi passi dalla Piazza del Duomo. Si monta tutti i giorni dalle 7 del mattino alle ore 12 (i fine settimana non so se sono anche aperti) e occupa diverse strade enormi, in modo che per percorrerlo ci vuole tempo. Nella Fiera si può trovare di tutto, da tutti i tipi di alimenti fino agli articoli di abbigliamento o accesiorios e strumenti. La cosa più affascinanate sono le verdure e la frutta che si vendono lì. Hanno un colore incredibile e avvolgono il posto con una fragranza che rende impossibile non essere tentati di comprare qualcosa. La qualità di questi prodotti a Catania è eccezionale e si vendono verdure e frutta che io personalmente non avevo mai visto prima, per esempio, cavolfiori scuri. Il mercato è sempre affollato perché tutti comprano i prodotti qui e rendono l'atmosfera meravigliosa. Come se non bastasse, i venditori parlano più di tutti e sempre cercare di convincere a comprare qualunque cosa che è impossibile andarsene a mani vuote.

Cose da visitare e da fare a Catania

Una delle prime cose da fare a Catania è andare a vedere il simbolo della città, la Fontana dell'Elefante, chiamata dai catanesi Liotru. Questa scultura in pietra lavica è stata costruito nel 1736 da Giovanni Battista Vaccarini e ritrae un elefante coronato da un obelisco. È senz'altro tra cosa visitare a Catania. La leggenda dice che l'elefante originale di Vaccarini era asessuato e che i catanesi lo avevano preso come insulto alla loro virilità. Per placarli, Vaccarini aggiunse opportunamente enormi testicoli alla statua originale. Possiamo continuare il nostro viaggio attraverso le cose da vedere a Catania passeggiando tra i monumenti di epoca romana come il Teatro, l'anfiteatro e l'Odeon. Se si chiede in giro cosa c'è a Catania molti risponderanno: tante chiese e basiliche. Una delle più importanti è la Cattedrale di Catania, situata in Piazza del Duomo.
Risalta come un autentico gioiello del barocco italiano, ricca di ornamenti ed è dedicata a Sant' Agata. Il mercato del pesce è uno dei luoghi da vedere a Catania più pittoresco. La gente compra qui pesce, calamari, ricci di mare, e tutti i tipi di frutti di mare. Si può anche passeggiare per il Giardino Bellini, un ex villa
signorile

trasformata in un parco pubblico, tra i posti da vedere a Catania si sono sicuramente il Teatro Massimo Bellini e il Castello Ursino, due posti da vedere a Catania di grande importanza. Tra cosa vedere a Catania ci sono anche i palazzi. La città ne ha moltissimi disseminati su tutto il territorio, alcuni importanti per i suoi abitanti come il Palazzo Biscari e il Palazzo degli Elefanti. Il Castello Ursino, voluto da Federico II di Hohenstaufen nel XIII secolo, la Porta Uzeda e la
Porta
Ferdinandea
e non possono mancare nel vostro itinerario. Se vuoi sapere cosa fare a Catania oggi visita Minube e troverai molte idee interessanti.