Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Ti piace Modica?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Modica

30 Collaboratori

15 cose da fare a Modica

Cattedrali di Modica
Duomo di San Giorgio
(2)
Modica è una popolazione molto grande, in cui ci sono molti "tesori" da vedere e sicuramente uno dei piú importanti è quello del Duomo di San Giorgio (Cattedrale di San Giorgio). La cattedrale è dedicata al patrono della città ed è in stile barocco. La facciata fu iniziata nel XVIII secolo, ma l'intero monumento non si completó sino al XIX secolo. La parte più sorprendente è la scala che conduce all'ingresso, 164 gradini! L'interno, troppo barocco per i miei gusti, è dipinto principalmente di bianco e azzurro (anche se si potrebbe passare un'altra mano di vernice), ha una pala d'altare imponente con oro e un corpo che funziona ancora oggi. La vista dalle strade, sfalsati e irregolari, dall'ingresso della chiesa, su per le scale è uno dei migliori in città.
Chiese di Modica
Chiesa di San Pietro
(1)
La chiesa di San Pietro è una delle chiese più importanti della cittadina siciliana di Modica. Camminando per la strada, la prima cosa che ci ha colpito è una bella scala con sculture degli apostoli. L'interno, costituito da tre navate, è ancora più impressionante della facciata ed è meglio conservato e restaurato che quello della cattedrale di San Giorgio, con belle colonne con capitelli corinzi, spettacolarmente decorati, con intarsi di marmo bianco, marmo colorato e affreschi raffiguranti scene del Vecchio e Nuovo Testamento. Facendo un paragone con la cattedrale, non saprei dire quale sia più bella.
Chiese di Modica
Chiesa di San Nicola
Beh, più che altro dovremmo dire "ciò che resta di essa". Risale al XII secolo anche se è stata scoperta solo nel XX secolo!!! E si trova all'interno di un cortile, seguendo le strette vie del centro. E' stata restaurata da una fondazione privata. Gli affreschi sono in stile bizantino!! Anche se quelli del XII secolo non sono restaurati del tutto, si possono vedere quelli del XIV e del XVI secolo, comunque i lavori di restauro sono ancora in corso. E' una vera meraviglia vedere un Cristo Pantocratore, quasi in visita esclusiva, soltanto tue nessun altro! E provare ad immaginare la Chiesa al tempo in cui fu costruita. Anche se non è molto facile da trovare, ne vale la pena. E' indicata da qualche piccolo pannello, ma è meglio chiedere.
Di interesse turistico di Modica
Casa natalicia de Salvatore Quasimodo
(1)
Salvatore Quasimodo è stato un poeta e giornalista italiano di grande importanza e che ha ricevuto il Premio Nobel per la letteratura nel 1959. Fu membro del movimento ermetico italiano contro la censura. Nacque a Siracusa, dove visse solo pochi anni dopo la sua nascita e che oggi é comunque un posto rinnomato in Italia e per questo divenne una casa di interesse turistico e culturale. Vi é una placca all'esterno di questa casa con il suo nome. La vista dal portico della sua casa è molto bella, è situato in un posto piuttosto alto e tipico delle strade di Modica dal momento che la cittá sorge su una zona montagnosa.
Chiese di Modica
Chiesa di San Giovanni Evangelista
Questa bella chiesa, che si erge nella città siciliana di Modica, è stata originariamente costruita nel XII secolo e più volte restaurata nel corso della storia a causa di vari terremoti. La maggior parte di quello che oggi si può contemplare è stato ricostruito nel corso del XIX secolo. Il posto si trova nella parte alta della città, con la sua scala imponente che si eleva tra i vicoli circostanti.
Musei di Modica
Museum ibleo delle arti e tradizioni popolari s. a. guastella
Il museo ospita una vasta collezione molto interessante sulla civiltà locale. Qui sono stati ricostruiti ben 15 differenti lavori artigianali (il fabbro, maniscalco, il mielaio il aggiustapiatti, dello scalpellino, il carrettiere, il Scopaio, il calzolaio, il sarto, il cestaio, un produttore di corde, la torta, il sellaio, l'idraulico, il muratore di falegname-ebanista) e si trovano in una grande casa con cortile, delle stalle, un locale adibito a caldaia ed alcune camere da letto. D'altra parte, una sala è dedicata alla religiosità popolare.
Di interesse culturale di Modica
Centro Storico
(1)
Ancora Sicilia...ancora la parte sud-est di Trinacria ( l'antico nome dell'isola). E ci si muove ancora in provincia di Ragusa ad inseguire questo barocco decadente pregno di storia. E mi imbatto nella piccola parte di Modica che merita la pena di essere vista, con queste case che trasudano storia con una luce d'estate che le rende semplicemente spettacoli... Vedere per credere
Chiese di Modica
Chiesa di San Giorgio
(2)
Duomo e simbolo della città di Modica
Musei di Modica
Museo del Cioccolato
(1)
Se anche tu sei un appassionato di cioccolato e ti trovi in visita a Modica non puoi perderti una visita al Museo del Cioccolato di Modica che si trova presso il Palazzo della Cultura. In questo museo potrai scoprire storia e curiosità del cioccolato e di come è diventato famoso in città, infatti Modica è specializzata nella produzione di cioccolato artigianale. Questo museo è caratteristico perché espone molte statue di vero cioccolato che emanano un profumo buonissimo! Addirittura è presente una riproduzione dell'Italia con tutti i suoi monumenti più importanti. E' un piccolo museo ma ve lo consiglio se siete in zona e vi va di conoscere qualcosa di nuovo e particolare!
Belvedere di Modica
Mirador de Modica
(2)
Vista panoramica da cui si può ammirare modica dall'alto
Chiese di Modica
(1)
Di interesse turistico di Modica
Pizzo
Un’esperienza unica, liberarsi nel panorama di una meravigliosa città barocca dopo un’intensa e fitta passeggiata tra i vicoli acciottolati di una Modica nascosta. Proprio quando le strade finiscono di oscurare l visuale si sbuca nella piccola e graziosa terrazza del Pizzo, a due passi dalla Chiesa di San Giovanni Evangelista, una terrazza che domina dall’alto i ghirigori barocchi dei balconi degli antichi palazzi e delle statue di Angeli e Satiri degli stemmi nobiliari, il tutto in una cornice d’altri tempi, in una cartolina mozzafiato dove i secondi non passano e nell’aria si respira ancora il profumo di sughi sinceri, basilico e focacce appena sfornate. La maestosa San Giorgio sembra assopita e raccolta in preghiera, da quassù. Una fresca ventata scompiglia i capelli, mentre si ammira lo scorrere di gente al di sotto e permette ai visitatori di trovare alcuni minuti per sé e basta. Di notte, se possibile, lo spettacolo è ancora più bello. Come un presepe illuminato, Modica si distende tra i lampioni e i viottoli infuocati, in una notte da vivere tra una granita al limone e una vista strepitosa.
Trekking di Modica
Conca del Salto
Cosa dire,un'esperienza unica e ripetibile..in collaborazione dello Speleo Club Ibleo,Scout Agesci Modica,Legambiente e volontari,siamo riusciti a ricreare l'armonia che mancava al territorio,ripulendo il posto dai detriti del paese,rifiuti di dimensioni mastodontiche e piccolezze. L'inciviltà dell'essere umano ha fatto si di distruggere la bellezza di questo piccolo paradiso,le acque inquinate dalle fogne non hanno dato modo di poter usufruire delle acque per un bagnetto nella natura e neppure di poterla sorseggiare per rinfrescare il palato. Contribuiamo a renderlo migliore. Valeria
Musei di Modica
Museo del Neolitico e di Cava Ispica
Davvero esperienza fantastica andare indietro nel tempo e scoprire la storia dei primi uomini vissuti a Cava Ispica. Il Museo propone ricostruzioni di tutto quello che poteva avere una famiglia di quel periodo, quando si scoprì l'agricoltura. In un'altra grotta ci sono le riproduzioni delle cose più belle di Cava Ispica. E' stato affascinante ascoltare la descrizione minuziosa di ogni pezzo, toccarlo e immaginare come doveva essere la vita all'epoca in quel canyon meraviglioso al quale ci hanno dopo accompagnato Davvero da non perdere.
Musei di Modica
La Casa delle Farfalle
Un paradiso dentro la città barocca, per bambini e per ritornar bambini. Aperta fino al 30 giugno 2016, metà consigliata anche perché è proprio in centro città. Non c'è molto da descrivere c'è tanto da stupirsi.