Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Ti piace Noto?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Noto

56 Collaboratori

21 cose da fare a Noto

Cattedrali di Noto
Cattedrale di Noto
(5)
Gioiello dell'architettura barocca siciliana è la splendida Cattedrale di Noto. Crollata nel 1996 e ricostruita in pochissimo tempo è uno dei simboli e delle attrazioni turistiche della città patrimonio dell 'Unesco. La cattedrale è intitolata a San Niccolo', la facciata è interamente in arenaria chiusa da due imponenti campanili. La bellissima scalinata è formata da tre rampe. L'interno è a tre navate con delle cappelle barocche alcune interamente affrescate, una delle cappelle piu' visitate è quella di San Corrado, nella quale sono custodite le sacre e venerate spoglie.
Cattedrali di Noto
Noto
(7)
Noto, cittadina siciliana in provincia di Siracusa, certamente è conosciuta con molti nomi, come Capitale del Barocco e Giardino di Pietra. I suoi palazzi e le sue chiese sono per la maggior parte in stile Tardo Barocco e si possono ammirare quasi tutti su quello che la gente del posto chiama semplicemente "il Corso" in cui si accede attraverso la Porta Ferdinandea, meglio conosciuta come "Porta Reale". La città in sé è collocata su due diverse alture, infatti normalmente per distinguere al meglio la zona si ci riferisce a un "Piano Basso" (centro storico e principale ingresso della città) e a un "Piano Alto" ( dove la storicità di Noto si racchiude solo intorno a Piazza del Crocifisso e al Carcere). Nonostante il fascino Barocco di Noto sia bello in qualsiasi stagione, consiglio vivamente di visitarla intorno alla metà del mese di maggio quando tutti gli anni (da quasi 40 anni), ogni terza domenica del mese ha luogo la manifestazione artistica nota in tutto il mondo come "L'infiorata". Durante questo evento via Nicolaci viene adornata di tappeti interamente fatti di fiori che raffigurano ogni anno il tema scelto.
Di interesse turistico di Noto
Porta Reale a Noto
(4)
Noto è una città vicino a Siracusa, in Sicilia, con molte attrattive, luoghi pieni di storia, belle chiese, tra le quali quelle di Santa Chiara, del Santissimo Salvatore, di San Domenico, quella di Montevergini o Cattedrale di San Nicolò, ma il monumento più famoso di Noto è la Porta Reale, un arco eretto nel 1838 per ricevere il re Ferdinando II. Si tratta dell'ingresso di Corso Vittorio Emanuele, via principale di Noto.
Chiese di Noto
Chiesa di San Carlo
(1)
La chiesa di San Carlo al Corso, dedicata a San Carlo Borromeo, è la chiesa del convento dei gesuiti di Noto. I lavori della costruzione iniziarono verso il 1730. L'interno della chiesa ha tre navate coperte da una volta a botte. La facciata è leggermente concava verso l'interno, ricordando per questo la Chiesa del Carmine, sempre a Noto. La campana e l'altare maggiore sono state prese e portate qui dalla Chiesa Gesuitica di Noto Antica, rasa al suolo nel terremoto del 1693.
Chiese di Noto
Chiesa San Domenico
(1)
La Chiesa di San Domenico è una costruzione religiosa di epoca barocca. Venne costruita come chiesa conventuale dei Padri Domenicani agli inizi del 700. La facciata è a due ordini, il primo dorico ed il secondo ionico mentre la parte centrale è convessa. L'interno è conservato ancora oggi in buone condizioni,ha cinque cupole sfarzosamente decorate da stucchi ed altari con dipinti di epoca settecentesca, tra i quali si nota soprattutto la Madonna del Rosario di Vito D'Anna. L'ex Convento, oggi divenuto una scuola, è stato modificato negli anni ad eccezione del lato sud dove si trova un portale del Sinatra.
Palazzi di Noto
Palazzo Ducezio
(3)
Palazzo Ducezio fu iniziato ad essere costruito intorno al 1746 e i lavori si basavano su uno stile architettonico ripreso volontariamente dalla Francia. Molto interessante da vedere è il lungo loggiato formato da undici arcate ed il Salone di Rappresentanza, con dipinti di epoca settecentesca e particolari vicini allo stile Liberty. Da tempo Palazzo Ducezio è divenuto la sede ufficiale del Comune di Noto
Feste di Noto
Infiorata di Noto
(1)
Un evento che si ripete ogni anno nel mese di maggio lungo la via Nicolaci, si stende questo enorme tappeto di fiori coloratissimo, con gigantesche raffigurazioni mitologici, religiosi, culturali. Assolutamente da non perdere
Chiese di Noto
Chiesa di Santa Chiara
La chiesa di Santa Chiara il cui vero nome è chiesa di Santa Maria Assunta, è una chiesa di Noto. Fu progettata e realizzata tra il 1730 e il 1760. La pianta centrale è ellittica, come quella delle chiese romane edificate in epoca cinquecentesca e seicentesca. Lo stile architettonico barocco si riconosce maggiormente all'interno, grazie alle tante e ricercate decorazioni che spiccano ancora di più sulle pareti bianche. La chiesa è stata restaurata recentemente, nel 2006.
Spiagge di Noto
Lido di Noto
(1)
Ci troviamo nello spigolo sud-orientale della Sicilia. Qui nasce nel 1984 la Riserva Naturale di Vendicari, per consentire la sosta e la nidificazione di specie animali protette e per tutelare la vegetazione di questo spettacolare tratto di costa. Al suo interno numerosi specchi d’acqua, un tempo sfruttati come saline, allineati per circa otto chilometri e separati dal mare da una lunga fascia di dune litorali. Qui è possibile compiere splendide escursioni a piedi lungo i sentieri ben segnalati che attraversano la riserva. L’ingresso principale è situato in Contrada Calamosche e consente l’accesso ad un primo capanno di osservazione degli uccelli. Procedendo verso sud, camminerete immersi nella splendida vegetazione a macchia di Ginepro, tra il litorale e le rive dei pantani raggiungendo facilmente le baie indimenticabili, dall’acqua cristallina che punteggiano questo tratto di costa.
Vie di Noto
Centro Storico di Noto
(3)
Passeggiate tra il barocco di noto
Spiagge di Noto
Spiaggia di Cala Mosche
(1)
Nell'estate del 2011 ho percorso tutta la costa della provincia di Siracusa e ho visitato posti bellissimi, ma quello che merita di più è la spiaggia di Calamosche, nella riserva di Vendicari. Per raggiungerla si prende la sp Pachino-Noto e ad un certo punto c'è l'indicazione "calamosche". Si percorre una strada sterrata fino ad un certo punto, si lascia la macchina e si prosegue a piedi per un km. su un sentiero ornato dalla macchia mediterranea. La spiaggia è di sabbia fine ed è tra due rocce, il mare è trasparente e cristallino. Consiglio a chi è in vacanza da quelle parti di passare almeno una giornata in questo splendido posto.
Chiese di Noto
La Chiesa di Sant'Agata
(1)
Costruita intorno al 700, esternamente la facciata si presenta con due portali ed una torre campanaria. All'interno le navate sono realizzate con delle colonne, in tutto 12 e rappresentano simbolicamente i 12 Apostoli, maestosamente decorata con stucchi ed elementi aurei. Tra le opere importanti la Madonna con il Bambino, la pala dell'altare con gli effigi dei Santi Benedetto e scolastica realizzate da artisti locali.
Chiese di Noto
Chiesa del Carmine
(1)
La Chiesa del Carmine di Noto è di epoca settecentesca e la sua particolarità dal punto di vista architettonico è la facciata che è leggermente concava verso l'interno. Rispetto alle altre chiese di Noto questa non sembra molto sfarzosa del solito. Sempre sulla facciata, sopra l'ingresso, due angeli sorreggono lo "Stemma dei Carmelitani". Pochi elementi, come ad esempio le acquesantiere, sono rimasti quasi intatti dopo il terremoto del 1693. Di seguito anche una foto dell'interno.
Chiese di Noto
Chiesa del Crocifisso
(1)
La chiesa del Santissimo Crocifisso è tra le chiese più grandi di Noto, di epoca settecentesca La facciata è tutt'ora incompiuta mentre il rosone è stato da poco ricostruito. La cupola è di epoca successiva, dei primi del '900. L'interno ha 3 navate, tra le opere maggiori che vi sono conservate c'è la Madonna Bianca di Francesco Laurana, una grande cappella, quella dei Landolina, decorata con diversi affreschi. Tutto sommato l'interno è abbastanza spoglio rispetto ad affreschi e pitture che riempiono le altre chiese e in questa infatti domina molto il colore bianco delle pareti. Ai lati della navata centrale ci sono le sculture di due leoni rivolti verso l'uscita della chiesa.
Monumenti Storici di Noto
Fontana Ercole
La fontana d'Ercole di Noto è stata costruita in epoca settecentesca e si trova nella piazza XVI maggio. Il monumento, dedicato all'eroe della mitologia greca, lo rappresenta durante il riposo dopo l'uccisione del leone Nemeo. La fontana subì diversi danni in due occasioni, la prima quando alcuni frammenti della scultura del leone vennero a cadere e la seconda volta quando si decise di spostarla dalla piazza del Municipio all'attuale piazza, detta anche "piazzetta d'Ercole".
Teatri di Noto
Teatro Comunale
Il teatro comunale di Noto si trova di fronte alla chiesa di San Domenico e risale alla fine dell'800. Nel 1855 un comitato di cittadini si organizzò per raccogliere i fondi per sostenere le spese del nuovo teatro. Fu acquistata una abitazione nella piazza centrale, a spese dei Marchesi di Castelluccio e negli anni fu dato incarico della costruzione a diversi ingegneri. Il Teatro Comunale fu intitolato al re Vittorio Emanuele III. Fu inaugurato in una cerimonia nella sera di 4 dicembre 1870.
Riserve Naturali di Noto
Riserva naturale orientata Vendicari
Chi va in vacanza nel siracusano non può non fare una visita alla riserva naturale di Vendicari. La riserva è protetta perché vista le presenza di pantani ci sono le migrazioni di tante specie di uccelli, ci sono resti archeologici che sono stati scoperti e preservati negli anni, c’è una spiaggia stupenda, con dune di sabbia e macchia mediterranea, il mare turchese e cristallino.
Monumenti Storici di Noto