MINUBE
Continua sull'app
Apri
Dove vuoi andare?
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Bagheria

42 Collaboratori

17 cose da fare a Bagheria

Di interesse culturale di Bagheria
Villa Palagonia (Bagheria)
(2)
Siamo venuti in questa cittadina per vedere questa villa e le sue statue grottesche. Ci sono una sessantina di statue, tutte molto strane, con espressioni curiose ed esseri deformi. A quanto pare questa decorazione molto speciale rappresenta caricature di amici e conoscenti del principe di allora (1715) che viveva da queste parti. A noi non è piaciuto particolarmente, non ha giustificato la deviazione e il prezzo del biglietto, ma i gusti sono gusti ...
Città di Bagheria
Bagheria
(3)
Bagheria, a pochi chilometri da Palermo, offre al visitatore il Museo Guttuso, dedicato al famoso pittore del '900. È la città del regista Giuseppe Tornatore e nel 2009 ha ospitato il set di un film colossal ambientato negli anni '40. Non tutte si possono vistare; nei dintorni vi sono diverse spiagge molto carine e, sfortunatamente, tenute male. Tra i piatti tipici si consiglia il "Pane e panelle", un panino fatto con una massa di ceci fritti.
Di interesse turistico di Bagheria
Drago Artecontemporanea
Si trovano nel cuore di Bagheria, a pochi chilometri da Palermo, ecco una città che ha dato i natali a molti maestri, compreso il pittore Renato Guttuso, e finendo per il regista Peppuccio Tornatore, passando dal fotografo Ferdinando Scianna. Una coppia irresitibile, Pietro Drago e la moglie Sabrina Lo Bue, animano con eventi culturali e mostre Bagheria da poco più di un anno con la Galleria Drago Artecontemporanea, una scommessa e una passione che non manca di dar loro grandi soddisfazioni. Adesso e fino al 24 maggio 2015, ospitano "Bruno Munari: la rivoluzione sottovoce" che ammalia per la bellezza e la verve delle opere dell'artista milanese. Fra gli eventi della Galleria, inventati dai padroni di casa, per creare circuiti e relazioni, c'è la "colazione in galleria", che durante l'inverno, attrae visitatori e curiosi che possono visionare le opere esposte e chiacchierare d'arte, ristorati da caffè, torte genuine, fatte in casa da Sabrina, biscotti e thé.
Chiese di Bagheria
Chiesa del SS. Sepolcro
Mi sono ritrovata, passeggiando per bagheria, in una bella piazza, la pizza del San Sepolcro, molto curata e con busti e panchine ad adornarla. Ho notato la Chiesa del Santissimo Sepolcro e ho deciso di entrarvi per dare un’occhiata. L’inizio della costruzione di questa bella chiesa risale al 1740, per volere del principe Nicolò Branciforti e fu terminata nel 1744. Questo almeno si evince da alcuni dipinti e incisioni presenti nella chiesa. Molto bello il quadro di Santa Rosalia, patrona di Palermo, che racconta anche la sua storia nella parte laterale del dipinto. L’altare è in stile barocco, mentre altri elementi sono in stile neo gotico. Davvero bella.
Di interesse turistico di Bagheria
Villa Aragona-Cutò
Avendo visitato la stazione, vicino la antica via Consolare di Bagheria, mi sono imbattuta in un’altra villa di una certa importanza, anch’essa risalente al ‘700, periodo di grande splendore per la cittadina in provincia di Palermo. La villa si conosce anche come Palazzo Cutò, venne terminata nel 1716 per volere del principe d’Aragona, Luigi Onofrio Naselli. L’idea del principe era avere una comoda residenza per l’estate e affidò i lavori all'architetto Giuseppe Mariani. Sopo mille traversie e vendite adesso la villa appartiene alla sovraintendenza ai beni culturali. Adesso, al suo interno, ospita sia la Biblioteca comunale Francesco Scaduto, che il Museo del giocattolo.
Musei di Bagheria
(1)
Monumenti Storici di Bagheria
Statue di Bagheria
Scultura La Natività
(1)
Nel 2013, ad Aspra, frazione di Bagheria in provincia di Palermo, è stata collocata questa bella scultura, opera del maestro scultore Stefano Balistreri. L’opera si intitola “La natività” ed è stata donata dall’artista alla cittadina di Aspra. Il materiale utilizzato è un travertino che proviene dalla zona di Custonaci (in provincia di Trapani). L’opera è stata dedicata dal Balistreri alle vittime dell’11 settembre, come segno di pace universale (come riportato nella stessa placca commemorativa in basso). Al centro della scena vi sono due bambini, visibili uno da una parte e uno dall’altra, sorretti da due adulti che confluiscono unendosi idealmente in una abbraccio universale.
Porti di Bagheria
Porticciolo di Bagheria
(1)
In un paesino tipico di pescatori come Aspra non si può fare a meno di fare una visita al porto della cittadina, frazione della più conosciuta Bagheria. Io ne ho approfittato dopo un buon pasto, anche per sgranchirmi e vedere come operano i pescatori della zona. È molto interessante stare a osservare e vedere questo piccolo porto, che ha come sfondo le belle montagne, con i colori tipici della zona. Alcuni pescatori, in determinati periodi dell’anno (estate soprattutto), arrotondano il loro salario affittando le loro imbarcazioni per un giro della zona costiera. Naturalmente data la vicinanza del porto, il pesce nei ristoranti è molto fresco, per cui vi consiglio di passare da uno della zona e godervi la bella vista!
Mercatini di Bagheria
Mercatino Artigianale di Bagheria
Quando viaggio, o semplicemente faggio un giro fuori porta, mi piace sempre esplorare e trovare luoghi nuovi. Nel mio piccolo itinerario per la provincia di Palermo, ho avuto la fortuna di imbattermi in molti luoghi interessanti. Soprattutto a Bagheria c’è davvero molto da vedere. In questo caso ho fatto delle foto al mercatino dell’artigianato del paese alle porte della metropoli siciliana. È bello soprattutto per l’atmosfera “sicula” che vi si respira. Molto curiose le immagini sacre come que Un’esperienza che qualsiasi turista dovrebbe provare di certo.
Chiese di Bagheria
Parrocchia Madrice
La chiesa madre o Parrocchia Madrice di Bagheria domina una bella piazza con una fontana la centro. In stile neo classico è stato realizzato con un materiale della zona, per l’esattezza pietra proveniente da Aspra, frazione di Bagheria. Molto belle le linee e i contorni della facciata. L’interno è altrettanto affascinante e ricco di opere importanti. La Vergine Maria raffigurata è davvero stupenda. Pare sia attribuibile al pittore Gagini. Inoltre, c’è un’opera che assume un valore particolare per gli abitanti del paese: lo stucco del patrono San Giuseppe. Dato che si trova in pieno centro consiglio assolutamente una visita per scoprirne le opere settecentesche al suo interno.
Chiese di Bagheria
Chiesa Villa San Cataldo
Questa chiesa si trova in una zona un po’ marginale a Bagheria (per l’esattezza in via consolare) e ospita la comunità dei Padri Gesuiti di Bagheria. Parlando con uno dei suoi membri mi ha detto che è una bella Comunità, con persone che la frequentano che sono stupende e un'Associazione che sa gestirla bene. La villa è molto bella, ben curata e con un giardino abbastanza amplio davanti all’ingresso. Dell'impianto del ‘700, al giorno d’oggi rimane solo la cappella e appunto il giardino. La villa fu utilizzata anche come centro produttivo e nella sua storia ha ospitato aristocratici e studiosi dal ‘700 in poi.
Chiese di Bagheria
Parrocchia San Pietro Apostolo
(1)
Probabilmente guardando la sua facciata resterete un po' spiazzati ma vi consiglio di farci un salto se vi avanza tempo. Fu costruita in un periodo in cui la città era in grande espansione demografica e contava una popolazione di più di 14.000 abitanti e ancora in zona non vi era nessuna chiesa. Per questo motivo fu costruita questa stranissima chiesa, in un ex grande magazzino. Molto interessanti le statue situate all'interno del giardino e la curiosa collezione di opere d'arte in stile contemporaneo. Una sorpresa!
Stazioni Ferroviarie di Bagheria
Stazione ferroviaria di Bagheria
La stazione ferroviaria della città di Bagheria, in provincia di Palermo, è ben collegata alle principali linee ferroviarie della regione, ovvero Palermo-Messina, Palermo-Agrigento e Palermo-Catania. La particolarità di questa stazione è che è una delle più antiche della Sicilia dato che venne costruita grazie alla società Vittorio Emanuele e il primo tramo venne inaugurato nel lontano 1863. Collegava appunto bagheria a Palermo, una distanza irrisoria al giorno d’oggi, dato che si tratta di circa 13 chilometri e mezzo, ma un buon inizio per l’epoca. In seguito venne costruito un secondo tramo per Trabia (altro paese della provincia di Palermo). Comodo comunque arrivare in treno a Bagheria, anche oggi!
Di interesse turistico di Bagheria
Villa San Cataldo
Una bella Villa, ancora a Bagheria, che mi sono subito resa conto essere importante. Nel mio giro nella cittadina, infatti, ho potuto imparare e informarmi e questa villa ha una storia notevole. Risale al ‘700 per opera e volere della famiglia sicula Galletti di San Cataldo, ma in realtà venne praticamente rifatta nell’ottocento (alla fine del secolo). La struttura è distribuita su due livelli, con ai lati delle torri e un bel giardino al centro (non molto grande). Prima questo meraviglioso giardino veniva usato per mettere in mostra piante esotiche, mentre oggi ha i prodotti simbolo della sicilia: gli agrumi.
Di interesse turistico di Bagheria
Chiostro della Chiesa di San Cataldo
Appena varcata la soglia del complesso di San Cataldo, appena prima di arrivare alla chiesa vera a e propria, si trova questo graziosissimo chiostro. È un posto davvero rilassante, pieno di alberi e fiori profumati. Molto carina la decorazione che include un bellissimo pozzo antico sormontato da una decorazione in ferro battuto. Consiglio di passarci prima di arrivare alla chiesa. Bellissima atmosfera!
Palazzi di Bagheria