MINUBE
Continua sull'app
Apri
Dove vuoi andare?
Ti piace Roma?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Di interesse culturale a Roma

4 di interesse culturale a Roma

Di interesse culturale di Roma
I "nasoni"
(5)
Fantastici. Queste fontanelle sono l'anima della Roma di un tempo, la Roma generosa con l'acqua, forse anche troppo, al limite dello spreco.
Di interesse culturale di Roma
Biblioteca Nazionale Centrale di Roma
Posizionata nei pressi della fermata della metropolitana di Castro Pretorio, l'edificio della la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma è stato inaugurato nel 1975. Esternamente non è il massimo, ma l'enorme struttura oltre ad ospitare più di 4 milioni di libri, stampe e carte geografiche è oggi un polo culturale molto apprezzato. Al suo interno infatti si trovano anche sale adibite a mostre ed esposizioni e un'ala dedicata agli incontri culturali, conferenze e corsi di formazione. Gli spazi per consultare i volumi sono ampi e dotati di wifi; per evitare l'attesa della consegna del libro è possibile prenotarlo online qualche giorno prima. Unica pecca è che non è possibile introdurre materiale personale all'interno, quindi appunti, fotocopie e libri "esterni" devono essere lasciati all'ingresso negli armadietti custoditi. E' presente anche una grande e fornita caffetteria.
Di interesse culturale di Roma
Dopolavoro Ferroviario di Roma
Il dopolavoro, in tante attività, è sempre stato importantissimo per intessere anche rapporti di amicizia tra i colleghi: e questo è stato lo scopo di tale incredibile edificio che balza agli occhi in via Bari, per via delle sue decorazioni statuarie storico-mitologiche (c'è persino un minotauro con una 'romana' lupa vicino...). Anche chi non è un esperto, capisce che il complesso, dall'aspetto decisamente classicheggiante, ha qualcosa a che fare con un certo stile razional-futurista tipico del fascismo. E, in effetti, la costruzione risale al 1928 (ora è conosciuta, in parte, come Residenza Como), progettata da Angiolo Mazzoni del Grande, ingegnere delle ferrovie che per la prima volta nella storia delle costruzioni italiane sperimentò l'uso del cemento armato proprio per tale opera, legata anche alla presenza del Teatro Italia, inaugurato dal maestro Mascagni nel 1930.
Di interesse culturale di Roma
Bunker antiaereo
A Roma Eur, esempio dello stile razionalista inventato durante il ventennio fascista, l'unico edificio che sia stato terminato prima che le sorti di Mussolini & Co finissero come si sa, è il Palazzo degli Uffici, davanti al bel piazzale delle fontane con tanto di mosaici bianco-neri d'epoca. Nei sotterranei, è ospitato un bunker antiaereo il cui impianto di illuminazione e di circolazione dell'aria funziona (ancora oggi) con una doppia dinamo attivata da un paio di classiche biciclette. Diversi locali di varia ampiezza (a seconda di chi fossero destinati, più grandi per i dirigenti e gli ingegneri, via via più piccoli per segretarie, impiegati e operai... anche nella tragedia contava la 'classe'!), divisi da porte stagne come quelle che si usano nei sommergibili. C'erano pure bagni e docce: per fortuna non fu mai usato.
Attività a Roma
Civitatis
(4.638)
55
Salta le Code
Civitatis
(4.083)
40
In Vendita / Salta le Code
Civitatis
(120)
113
Salta le Code
Civitatis
(956)
35
Civitatis
(551)
136
Salta le Code
Civitatis
(535)
29,50
Civitatis
(367)
28
Civitatis
(164)
28
Civitatis
(92)
19
Civitatis
(50)
45
Civitatis
(138)
25
Civitatis
(20)
65
Civitatis
(11)
18
Civitatis
(32)
41
Scontato
Civitatis
(10)
35
Scontato
Civitatis
(16)
50
Civitatis
(17)
30
Civitatis
(3)
50
Civitatis
(13)
50
Civitatis
30