MINUBE
Continua sull'app
Apri
Dove vuoi andare?
Ti piace Lombardia?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Palazzi a Lombardia

100 palazzi a Lombardia

Palazzi di Como
Villa del Balbianello
Bella da visitare facendo un giro in battello sul lago.
Palazzi di Tremezzo
Villa Carlotta
Villa Carlotta è un luogo di rara bellezza, dove capolavori della natura e dell'ingegno umano convivono in perfetta armonia. Il suo splendore totale lo raggiunge in maggio, quando la natura è al massimo della sua bellezza. Ed è in maggio dell'anno scorso che io ci sono andata. Affacciata sul lago di Como ha scorci panoramici e angoli suggestivi unici nel suo genere. E' facile da raggiungere sia con battelli che con la strada, il parcheggio è ampio e comodo.
Palazzi di Milano
Torre Unicredit
(7)
A Milano mancava un edificio che nella sua modernità fosse bello e rappresentasse l'anima moderna e in continuo cambiamento di questa città. Adesso c'è ed è il nuovissimo complesso delle Torre Unicredit, ancora non del tutto ultimato, ma che ha completamente ridisegnato lo skyline di Milano. Il complesso è molto bello e merita una visita , sicuramente appassionerà gli amanti della fotografia per le sue varie prospettive che si prestano a scatti di sicuro impatto.
Palazzi di Milano
Palazzo Reale di Milano
(10)
Prima volta a palazzo reale per me, lo so è vergognoso. Due mostre sui ricordi dell'undici settembre e una visita data per scontata al palazzo. Tutto aperto, tutto libero, tutto free ma del palazzo antico si racconta ben poco. Molte cose da ammirare: belle sale, affreschi, arazzi e vite non raccontate, non segnalate come se a nessuno interessi tutto questo. I visitatori attraversano le sale reali come se si trovassero per strada, con la stessa indifferenza diretti alla mostra del fotografo d'arte e di moda: motivo unico della visita e della apertura. Torno indietro dopo la mia visita, voglio ripartire dall'ingresso perché mi sono sfuggite alcune sale descritte in modo affascinante: le otto colonne e le cariatidi. Mi informo ma il custode, seppur gentile, non ha tanto da dirmi se non di andare avanti e cercare. Ritorno vado avanti ma nulla; chiedo a un diverso custode che prima vociava con un collega incurante del silenzio che questo luogo di culto dovrebbe pretendere. Mi dicono che le due sale sono chiuse per restauro ma forse ispiro simpatia e mi concedono l'onore di una visita speciale. Mi appare una bellezza inattesa: storia, passato, guerra, sfarzo, arte... tutto in un unico colpo d'occhio. Tutto in quella sala in attesa di essere recuperato e visto. Mi sento fortunata adesso. Sento un battito del cuore caldo e prepotente. Ho visto il bello e imiei occhi hanno raccolto nuova energia.
1 attività
Palazzi di Bergamo
Palazzo nuovo di Bergamo
(1)
Ben ristrutturato con vista sulla piazza.
Palazzi di Bergamo
Palazzo della Biblioteca
(1)
Palazzo molto attrezzato
Palazzi di Mantova
Palazzo del Té
(6)
Palazzo di squisita architettura, del genio di Giulio Romano e di capolavori in affreschi.
Palazzi di Milano
Palazzo Cusani
(1)
Nei pressi dell’Accademia di Brera, e che è stato costruito all’incirca verso il diciassettesimo secolo. Grande struttura, colori principali: grigio/marrone e azzurro.
Palazzi di Milano
Palazzo della Pinacoteca
(9)
Il Palazzo della Pinacoteca è l’importante struttura milanese all’interno della quale si hanno una scuola (l’Accademia delle Belle Arti), e varie esposizione di sculture e dipinti... È una gran struttura, interessante l’esterno con le varie statue e le caratteristiche colonne ad arco.
Palazzi di Lodi
Palazzo Vistarini
(1)
E' uno dei più bei palazzi che si affacciano su piazza della Vittoria, all'angolo con corso Vittorio Emanuele II. Questo edificio fu realizzato da una delle più potenti famiglie ghibelline fra la fine del 1200 e l'inizio del 1300. L'austera facciata in mattoni è impreziosita da decorazioni gotiche,come le monofore con cornici di cotto e gli archi a sesto a cuto del portico, che conserva anche alcune volte affrescate.
Palazzi di Cremona
Palazzo Comunale
Il Palazzo Comunale di Cremona è di origine medievale e la sua struttura è rimasta invariata fino al XV secolo. Questo edificio austero è stato costruito dal 1206, come testimonia la facciata in pietra, con una pianta irregolare tipica del "Broletto" lombardo (nel Medioevo, Broletto era il nome che identificava l'area recintata dove si solevano svolgere le assemblee cittadine). Nel 1245 la struttura è stata ampliata con una torre civica. Altri interventi importanti sono stati realizzati a partire dalla seconda metà del XV secolo, epoca in cui la facciata ha assunto la sua forma attuale, opera di Voghera. Nella facciata è possibile riconoscere tre elementi distinti: I portici con archi acuti, le finestre e la corona merlata restaurata nel 1496. Sotto al portico si conservano alcuni affreschi originali del secolo XI. Oggi, il vecchio edificio del XI secolo con decorazioni del secolo XVI, ospita al piano superiore la collezione che ha reso famosa questa città come la "capitale mondiale della liuteria": "gli Archi di Palazzo Comunale". Ci sono poi altre sale interessanti, ad esempio "La Sala della Giunta", il salone dove si riunisce il Consiglio degli Assessori della città. Assieme al Torrazzo, alla Cattedrale, al Battistero e alla Loggia dei Militi, il Palazzo Comunale costituisce uno degli elementi più belli di questa splendida piazza medievale italiana.
Palazzi di Cremona
Palazzo Trecchi
Il Palazzo Trecchi, a Cremona, è stato inaugurato nel 1496 e oggi ospita un importante centro culturale. Nel 1412 Giaacomo e Giovanni Trecchi accoltellarono Gian Maria Visconti all'interno della Chiesa di San Gottardo, a Milano. In seguito all'accaduto, cercarono rifugio in un'altra città. Arrivarono quindi a Cremona, città in cui la famiglia visse per più di 500 anni. Inaugurato nel 1496, il Palazzo Trecchi fu opera dell'architetto Giovan Donato Calvi, nativo di Cremona. Il progetto iniziale era diverso dalla costruzione attuale e ha subito diverse modifiche nel corso del tempo. Nel 1843 il marchese Alessandro Trecchi presentò un nuovo progetto e modificò radicalmente la pianta originaria dell'edificio. Dopo un periodo di abbandono, Guido Grandellini comprò il palazzo nel 1989, con l'obiettivo di restaurarlo e aprirlo al pubblico come centro culturale. Nel 1990 il Palazzo Trecchi passò ai marchesi Guido e Alessandra Biandrà. A partire da allora è stata avviata una costosa opera di restauro non ancora completata. L'edificio al momento ospita varie attività culturali, quali a esempio corsi, conferenze, mostre, concerti e spettacoli, ed è possibile affittarlo per matrimoni ed eventi privati. Il sogno di Guido Grandellini, morto il 19 Giugno 1999 è stato finalmente realizzato e la città di Cremona può oggi contare su uno spazio davvero speciale.
Palazzi di Cremona
Palazzo di Cittanova
(1)
Questo palazzo cela una storia interessantissima. Si tratta infatti di una sorta di palazzo contrapposto a quello "ufficiale" del Comune, realizzato ai tempi in cui Cremona era suddivisa in due comunità cittadine divise e contrapposte, ognuna con un proprio governo. Il Palazzo di Cittanova, o Palazzo del Popolo, fu costruito nel 1256, al di fuori delle mura, dalla parte guelfa della città, in contrapposizione al palazzo del Comune.
Palazzi di Milano
Bosco verticale
(5)
I due palazzi chiamati “bosco verticale” si affacciano verso i nuovi edifici già presenti e quelli in costruzione che ricreeranno la Milano nuova e tecnologica.
Palazzi di Cremona
Palazzo Stanga Trecco
(1)
Situato in Via Palestro quasi di fronte all'antica chiesa di San Vincenzo, il Palazzo Stanga Trecco appartenne alla nobile famiglia degli Stanga. In stile barocco venne poi ristrutturato per diversi anni e assunse delle particolarità uniche dello stile neoclassico senza però perdere la sua essenza architettonica originale. Informandosi sugli orari di apertura, è possibile visitare gli interni con stanze ancora arredate, in una addirittura sembra abbia soggiornato Napoleone durante la sua visita a Cremona, di particolare interesse.
Palazzi di Lodi
Palazzo Mozzanica
E' uno dei migliori esempi di dimora patrizia lodigiana. Edificato nella seconda metà del XV secolo, la facciata è sobria e decorata da una fascia in terracotta che sottolinea il passaggio al primo piano ed è decorata con motivi floreali e mitologici. Si trova nell'anonima via XX Settembre, comoda da percorrere però per arrivare a metà di Corso Roma e per raggiungere piazza Ospitale dove si trova la chiesa di San Francesco.
Palazzi di Monza
Villa Reale
(12)
Ed adibita a zona ristorante, museo e locale. È anche possibile visitare le stanze reali con il noleggio della guida che provvederà a raccontarvi di tutto e di più sul luogo. Consigliatissimo anche il super aperitivo all'aperto con vista sui meravigliosi giardini della tenuta.
Palazzi di Milano
Palazzo Giureconsulti
(1)
Si trova non molto lontano rispetto alla piazza del Duomo, quindi si può dire che sia in una zona abbastanza centrale della città.
Attività a Lombardia
Civitatis
(91)
22