MINUBE
Continua sull'app
Apri
Dove vuoi andare?
Ti piace Lombardia?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Posti insoliti a Lombardia

13 posti insoliti a Lombardia

Posti insoliti di Como
Funiculare Como - Brunate
(13)
Caratteristica
Posti insoliti di Bellano
Orrido di Bellano
(3)
Metti un pomeriggio a tutto relax in compagnia di Fido www.lariobestiale.com Un pomeriggio alla scoperta dell'Orrido di Bellano, facile da raggiungere percorrendo la strada statale Ss 36 con uscita a Bellano, oppure la provinciale Sp72 che costeggia il ramo lecchese del Lario. Si accede dalla scalinata che da piazza San Giorgio porta ad un portone, e visto da fuori non sembrerebbe nulla di eccezionale, una volta entrati lo spettacolo è sorprendente. Una grande strega di carta pesta accoglie il visitatore che percorrendo una passerella gira attorno alla gola dell'Orrido. L'unico ostacolo per Fido potrebbe essere quello di sentire il vuoto sotto e di conseguenza di non volerne sapere di andare avanti, ma buona parte dei cani non si spaventano e proseguono. Il gestore dice che solo il 5% dei cani sono restii a zampettare sulla passerella. Durante le glaciazioni del Quaternario a monte si formò un lago le cui acque precipitarono nella Val Muggiasca e nell'Orrido a causa del disgelo dei ghiacci. Probabilmente il lago si svuotò del tutto attraverso aperture per riunirsi con quello di Como erodendo il territorio e formando profonde gole. Inizialmente le acque finivano con un'alta cascata scendendo da un gradino roccioso che lentamente è stato eroso facendo arretrare la cascata e lasciando la stretta gola dell'Orrido. Un'altra ipotesi sulla formazione vuole che un innalzamento del terreno avrebbe costretto il torrente Pioverna in un altro letto che poi è stato via via eroso. Le acque furono sfruttate per la lavorazione del ferro e successivamente dal Cotonificio Cantoni che nel 1870 aprì uno stabilimento a Bellano a due passi dell'Orrido. A battezzarlo Orrido fu il poeta bellanese Sigismondo Boldoni che lo definì "Orrore di un'orrenda orrendezza". Non passa inosservata la Cà del Diaul, un edificio esagonale su tre piani, oggi magazzino, sulla parete alta ci sono affreschi con figure mitologiche da cui deriva il nome. Orari apertura Aprile, maggio, giugno, settembre: tutti i giorni dalle 10 alle 13, e dalle 14.30 alle 19. Luglio, agosto: tutti i giorni dalle 10 alle 19. È aperto anche la sera, dalle 20.45 alle 22. Marzo, ottobre, novembre: festivi e prefestivi dalle 10 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17. Gennaio, febbraio, dicembre: festivi e prefestivi dalle 14 alle 17. Il 5 gennaio dalle 14 alle 21 in attesa della tradizionale festa della Pesa Vegia. Chiuso il giorno di Natale. Biglietto d'ingresso 3 euro. Per informazioni contattare il 338/524.67.16 oppure il 333/137.20.45.
Posti insoliti di Milano
Il toro della galleria
(4)
Il toro della galleria è un simbolo che si trova sul pavimento della galleria Vittorio Emanuele II, a Milano, una galleria all’interno della quale vi sono molti negozi e anche dei ristoranti. È tradizione che, compiendo un giro su se stessi calpestando il toro.
Posti insoliti di Sesto San Giovanni
Carroponte
(1)
Per famiglie ma anche per ragazzi. È un posto molto grande e che permette a tutti di trovare qualcosa di adatto a loro. Quando c’è un evento trovare parcheggio è un po’ difficile. Essendo uno spazio aperto d’inverno non c’è praticamente niente.
Posti insoliti di Milano
The Hub
(2)
The hub è una filosofia di lavoro, è uno spazio condiviso, fisico ma non solo, è un posto dove ogni tanto fanno eventi e feste, è un orto dove seminare nuove idee... Si potrebbe descrivere come un grande laboratorio in fermento, un incubatore di progetti, appunto. Il progetto originario è nato a Londra, ma si sta espandendo viralmente, conquistando diverse città europee. Più che descriverlo però bisogna sperimentarlo, fa un effetto balsamico e stimolante. Bellissimi i suoi spazi legnosi allestiti dentro a un megaloft in via Sarpi, dove si possono affittare anche connessione e una scrivania, sottoscrivendo diverse forme di membership (a partire da 20 euro al mese).
Posti insoliti di Bereguardo
Ponte di barche
(2)
Sulla riva destra del Ticino, e più precisamente sul Naviglio di Bereguardo, situato in provincia di Pavia, fu costruito questo pittoresco ponte fatto di barche. Le barchette sono disposte una di fianco all'altra e sopra passa la passerella. Anche se non vi fidate perché dà l'impressione di essere piuttosto traballante, in realtà il ponte di barche è solidissimo e non si corre alcun pericolo ad attraversarlo, anzi è un'esperienza alquanto curiosa..e poi ci passano pure le automobili! Sono molti i curiosi che giungono fin qui per vedere questa particolare opera ingegneristica quindi, se avete fame, non temete... di ristoranti e bar nei dintorni ce ne sono in abbondanza!!!
Posti insoliti di Sesto San Giovanni
Spazio A (spazio arte)
(2)
Spazio A, da sempre conosciuta dagli abitanti di Sesto San Giovanni come Spazio Arte, è un locale enorme dove vengono organizzati concerti, presentazioni libri, aperitivi e di giorno in giorno birra low cost, eventi e serate culturali. Lo Spazio A non è attivo (così attivo!) da molto tempo e si trova in zona Marelli di Sesto, a due passi dall'omonimo viale. Come il Caffè degli artisti, anche questa sorta di capannone si trova all'interno di un piccolo parco pubblico ma ha un'architettura unica e non ci si può proprio sbagliare! Per programma dettagliato degli eventi, visionate il loro sito internet!!!
Posti insoliti di Milano
Secret rooms
(1)
Esperienza indimenticabile. Sono andato con un gruppo di colleghi e ci siamo divertiti molto. Le regole del gioco sono semplici: si gioca a squadre, ognuna viene rinchiusa in una stanza, e per trovare la via di fuga bisogna risolvere una serie di enigmi, il tutto avendo a disposizione solamente un'ora. Gli indovinelli sono molto particolari, in più all'interno delle stanze ci sono molti elementi di distrazione a dir poco inquietanti. Insomma adrenalina e divertimento assicurato. Per partecipare bisogna prenotare "la giocata" almeno 12 ore prima e sempre online scegliere tra le stanze a disposizione: Sabotage o Nightmare. La stanza Nightmare che è quella che abbiamo scelto noi: l'unico modo per uscire da questo mondo irreale è recuperare 5 medaglioni di aria, acqua, terra, fuoco e spirito. La seconda ha un'ambientazione in una base militare, lo scopo è rubare i codici e sventare il lancio di una testata nucleare evitando una terza guerra mondiale. In una stanza possono andare max 5 persone e il costo è di 90 euro per un'ora. A Milano sta avendo un grande successo, molte aziende lo stanno adottando nei processi di team building.
Posti insoliti di Milano
Biblioteca e Convento Francescano
(1)
Se di recente avete fatto una visita ad Assisi o se in questi ultimi giorni avete discusso con qualcuno di San Francesco, dei francescani e dello stile di vita che conducevano, rimarrete sbalorditi quanto me! A due passi dal centro di Milano infatti, si trova un edificio alquanto particolare: interamente costruito con mattoncini arancioni, è una via di mezzo tra una vecchia fabbrica dei sobborghi londinesi e l'esterno di una Chiesa Romanica. In realtà questo particolare edificio composto, nella parte più alta, da arcate decorative, è un convento francescano. Nel grande complesso che vi si parrà davanti sono presenti anche un istituto scolastico, la biblioteca e le edizioni omonime del santo. Il convento confina con la chiesa di Sant'Angelo dove, probabilmente, i frati celebrano periodicamente la Messa. La struttura architettonica è alquanto singolare ma nel complesso si inserisce abbastanza bene fra le case e le palazzine della zona. Se volete accedervi per dare un'occhiata basterà suonare il campanello e attendere pazientemente, se le vostre intenzioni (magari un reportage fotografico?!?) saranno plausibili, verrete accolti all'interno.
Posti insoliti di Milano
Tiglio a Chico Mendes
(1)
Girando per Milano si notano molte particolarità interessanti. Per esempio in Piazza Fontana, oltre alla lapide (in realtà a due lapidi, una del comune di Milano ed una molto più vecchia) dedicata a Giuseppe Pinelli, c'è anche un'altra lapide commemorativa situata all'interno di una roccia di pietra. La scritta dice: "Questo Tiglio vive per ricordare Chico Mendes ed i popoli dell'Amazzonia..." ed alzando gli occhi al cielo, vi accorgerete di trovarvi all'ombra di un grande albero, proprio quel tiglio di cui si parla dedicato al sindacalista ed ambientalista brasiliano ucciso nell'88. La deforestazione in Amazzonia continua inesorabile ma uomini che hanno combattuto e che combattono per reservare il territorio esistono e questo monumento è per loro!
Posti insoliti di Milano
Don Durito
Passeggiando per Milano in zona fiera mi sono imbattuta in questo edificio vicino alla fermata Lotto della metro e, pensando ad un gran bel murales, mi son fermata ad ammirarne i particolari finchè ho notato l'insegna sul cancello "Libreria Don Durito". Scopro così la Milano indipendente, rivoluzionaria e creativa che vuole dare, anche a lettori e non, la possibilità di leggere libri e riviste anticonvenzionali e per certi versi "carbonare" nei nostri giorni. Questa libreria si propone infatti di offrire una vasta gamma di libri, cd, riviste o film autoprodotti, usati e indipendenti, con il desiderio di trasmettere anche le voci del popolo inespresse o poco considerate. Aperta ad orario continuato questa libreria singolare vuole essere una risposta alla crisi, promuovere iniziative culturali indipendenti e contrapporsi al consumismo e alla letteratura pop del nostro tempo, un'idea decisamente rivoluzionaria e coraggiosa.
Posti insoliti di Milano
NonSoloAnima
(1)
Se per “esoterismo” si intendono tutte le dottrine in un certo qual modo segrete, potrete trovare le risposte alle vostre ricerche in questa fornitissima libreria nel centro di Milano. Gironzolando per la città in zona “duomo” mi sono imbattuta infatti in una vetrina piena di libri ammassati e locandine di singolari incontri, così la curiosità l’ha fatta da padrone e mi ha spinta ad entrare. Che ci crediate o no l’energia all’interno di questo posto è enorme, aggiungerei soffocante dato che appena entrata son dovuta uscire un attimo a prendere aria e rigenerarmi. Questa attività è ormai ben nota a milanesi e non, data la particolarità dei libri in vendita, e propone un vasto assortimento anche di carte di vario tipo, dai tarocchi agli angeli, oltre che incensi, lampade di sale, monili e pietre dure. L’esposizione della merce è un po’ confusa a causa del poco spazio per tutte quelle particolarità letterarie sugli scaffali, ma dà l’idea di entrare in un posto un po’ segreto ai più, quasi fosse una vecchia soffitta tutta da riscoprire. Molto interessanti sono i numerosissimi corsi e incontri con gli autori che si svolgono con cadenza quasi giornaliera direi, dai mandala alla bioenergetica, dall’angelologia alla cabala e tutti gli studi psicologici, mistici, rituali su questa misteriosa macchina che è l’uomo e la sua esistenza.
Posti insoliti di Milano
The X-Door Milano
Se si vuole passare un'ora diversa e adrenalica nelle immediate vicinanze di Corso Buenos Aires ed a due passi dal centro del Milano questo è il posto perfetto...
Attività a Lombardia
Civitatis
(91)
22